800.92.60.16
Chiama Gratuitamente Sorgedil

Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
800.92.60.16
Vai ai contenuti
Oppure Richiedi Gratuitamente:
Compila per essere contattato:

Masse vibranti e materiali flottanti

Isolamento Acustico ed Insonorizzare Sorgedil
MASSE VIBRANTI E MATERIALI FLOTTANTI

Masse vibranti


Masse vibranti ed elementi flottanti sono alla base della più efficace tecnica di posa degli isolamenti acustici: si utilizzano nell’insonorizzazione di case e appartamenti perché, a parità di spazio, migliorano l’effetto di riduzione dei rumori.

Sorgedil utilizza questa tecnica da sempre: non è una scoperta scientifica moderna. Il principio fisico su cui si basano è noto a tutti ed è vecchio come il mondo!

Perché si parla di “masse”?

 
Senza esagerare con le spiegazioni tecniche, per spiegare questi termini occorre fare dei brevi cenni di fisica.
Ogni materiale o elemento ha una sua densità, una sua massa e un peso specifico: tutti questi elementi lo rendono diverso dagli altri e più o meno permeabile ai rumori e alle onde sonore.
 
In acustica si dice massa per indicare proprio la presenza di un materiale che ha buone o ottime proprietà fonoisolanti.
 
La massa è un concetto legato proprio alla composizione del materiale: una parete molto spessa ha una massa superiore ad una parete più sottile.
Ma è anche più pesante e sottopone le strutture a sollecitazioni troppo importanti.

Da qui la necessità di utilizzare, per l’isolamento acustico di case e appartamenti, materiali che abbiano un’ottima massa ma un peso accettabile.
In genere, in acustica, la massa per eccellenza, utilizzata sempre, è il cartongesso rivestito, anche gesso-fibra, che viene abbinato ad altri materiali, ad esempio nella costruzione di una controparete.

Quando gli elementi sono vibranti o flottanti?


In fisica e in acustica, le parole “vibranti” e “flottanti” sono praticamente sinonime: un materiale è vibrante quando è libero di muoversi, di oscillare, di galleggiare e di fluttuare o scorrere quando viene colpito da uno stimolo acustico.
 
Questi materiali sono straordinariamente importanti per l’isolamento acustico perché muovendosi e vibrando sono in grado di assorbire e togliere alle onde sonore gran parte della loro energia meccanica per un risultato di riduzione di intensità dei rumori.

La scoperta di queste proprietà acustiche è molto datata, già negli anni ’50 c’erano evidenze scientifiche in questo senso e poco dopo si è iniziato ad utilizzare questi concetti anche nell’edilizia. Da quel momento si è cominciato ad utilizzarli con nomi, marchi e brand diversi.

I più utilizzati materiali vibranti e flottanti con effetto elastico sono le lane minerali, la gomma e alcuni elementi sintetici: la loro efficacia in termini di insonorizzazione è determinata dalla loro densità di materiale che è una proprietà importantissima che non ha nulla a che vedere con il loro peso.



Cosa sono i sistemi vibranti o flottanti?


Un sistema è flottante quando si compone di 3 elementi:
 
  • una massa elastica
  • un elemento interposto flottante/vibrante – che oscilla se colpito dalle onde sonore
  • una massa elastica.
     
Questo sistema, che si può chiamare anche massa-molla-massa in gergo tecnico, a parità di spessore è più leggero di un sistema di sola massa e garantisce un abbattimento del rumore e del suono molto più efficace.

La presenza dell’aria e del materiale fonoisolante dentro l’intercapedine tra i due elementi ha una funzione di ammortizzatore e serve con finalità di isolamento acustico perché riesce ad intrappolare le onde sonore tra le due superfici per un risultato di vero silenzio.
In sostanza, quindi, si sottrae energia al suono che riesce a passare attraverso la prima superficie prima di lasciargli attraversare anche la seconda superficie.

Le masse devono essere elastiche perché devono permettere al rumore/suono di attraversarle e penetrarle per poter raggiungere materiale interno: le masse rigide si comportano in modo diverso nei confronti delle onde sonore, tendono, infatti a rifletterle, facendole rimbalzare, senza ridurle minimamente.

Applicazione della tecnica delle masse e dei sistemi flottanti e vibranti

 
Il principio acustico su cui si basa questa tecnica permette di utilizzarla ogni volta che c’è un suono da fermare e c’è poco margine per aggiungere peso e massa.

L’abbinamento di masse elastiche e materiali flottanti è l’ideale per isolare delle pareti ma anche dei soffitti e dei pavimenti. Sorgedil opera in questo modo da sempre e adotta questo principio ulteriormente migliorato e potenziato nelle tecniche esclusive SuonoStop® e Vibraless®.

I vantaggi dell’utilizzo di masse vibranti ed elementi flottanti


Le masse vibranti e i sistemi flottanti sono sistemi di posa che uniscono la loro leggerezza con vantaggi di grande flessibilità ed elasticità aiutando a migliorare l’efficacia di un isolamento acustico.

Attenzione però: il contenuto e lo spessore dell’intercapedine va studiato con attenzione sulla base dei rumori da fermare e delle loro specifiche frequenze.
Lo stesso materiale, infatti, potrebbe funzionare bene per fermare alcuni rumori ma non essere adatto per altri.

Per questa ragione i sistemi flottanti e vibranti vanno utilizzati come tecnica, come approccio all’isolamento acustico cambiando di volta in volta materiali, strati e composizione per adattarli ai rumori di ogni singolo appartamento. Ed è per questa ragione che la rilevazione fonometrica è importantissima per definire quali materiali usare e con che ponderazione.

Esattamente come fa Sorgedil adottando SuonoStop® e Vibraless®.
 
Per informazioni supplementari, contattaci via mail o compila il form.



Preventivo Isolamento Acustico

Tags: flottanti, elementi flottanti, sistema flottante, isolamento acustico, isolamenti acustici, riduzione dei rumori, insonorizzazione, SuonoStop®, Vibraless®


VOCI CORRELATE

CENTRI OPERATIVI

PIEMONTE: Alessandria, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano, Cusio, Ossola, Vercelli
LOMBARDIA: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Brianza, Pavia, Sondrio, Varese
EMILIA ROMAGNA: Bologna, Ferrara, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia
VENETO: Verona, Vicenza
LIGURIA: Genova, Savona
LAZIO: Roma e Provincia
SICILIA: Ragusa e Provincia
SARDEGNA: Tutta l'Isola




Voto: 0.0/5
Torna ai contenuti