Chiama Gratuitamente Sorgedil

Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
800.92.60.16
info@sorgedil.it
Vai ai contenuti
Oppure Richiedi Gratuitamente:
Compila per essere contattato:

Ecco come risolvere il problema del rumore del tram

Isolamento Acustico ed Insonorizzazione Sorgedil

ECCO COME RISOLVERE IL PROBLEMA DEL RUMORE DEL TRAM


Isolamento acustico rumore tram

Il rumore del tram è il più odiato in assoluto in città: può toccare picchi altissimi (anche oltre i 100 db) e fa vibrare i muri e le finestre. Le aziende dei trasporti promettono di risolvere il problema del rumore del tram ma senza risultati, quindi, è meglio fare da sé.

Rumore del tram è insopportabile e non fa dormire

 
I tram, a differenza della metropolitana, sono piccoli treni con ruote di metallo che viaggiano su binari di ferro all’aperto, a livello della strada e spesso non si fermano nemmeno di notte. Alcune tratte, specialmente a Milano o in grandi città, sono sempre in funzione o, se si fermano, la sosta è di pochissime ore: dalle 2:00 alle 6:00.

Durante il giorno è davvero difficile sopportare il rumore del tram negli uffici, ma la notte è anche peggio.

Perché il tram fa rumore?

 
Il tram fa moltissimo rumore quando passa sotto alle finestre per diverse ragioni:

  • una parte del rumore è dovuta al rotolamento, ovvero allo scorrere delle ruote del tram sui binari. I binari del tram, infatti, sono composti di sezioni successive che hanno bordi che non combaciano perfettamente e, nel punto vuoto, è come se la ruota facesse un saltello, con un aumento del rumore;

  • un altro rumore è connesso con l’attrito che si genera tra il binario del tram e la ruota ogni volta che il tram frena e si ferma. Ad ogni fermata, ogni 300 m circa, il rallentamento del tram causa un fischio assordante in alcuni casi;

  • poi c’è il rumore tipico della curva: se il tram ha una certa velocità, al rumore del rotolamento si aggiunge anche lo stridore della ruota contro il binario curvato;

  • e infine la vibrazione: il peso del vagone preme contro ogni binario e questo sbattere crea delle vibrazioni che dai binari si traferiscono al pavimento e poi alle pareti e alle strutture dei palazzi.

Il rumore del tram sembra non avere soluzione

 
L’inquinamento acustico del tram è uno degli elementi, insieme all’inquinamento e al rumore degli aeroporti, più fastidiosi della vita in città: di giorno e di notte il tram fa un rumore che arriva anche a 80-100 db.

Le aziende pubbliche di traporti hanno, in passato, rifatto i binari e gli scambi per risolvere il problema del rumore del tram e diminuire il disagio ma senza grandi risultati. In passato si sono cambiati anche i modelli dei tram per vedere se c’erano differenze ma, qualche volta, il rumore è anche peggiorato.

E oltre alla mancanza di fondi da destinare a questa causa, la ragione per cui spesso è impossibile agire è la preziosità del pavè (ovvero la pavimentazione di pietra che risale a secoli fa) che è direttamente protetto dalla sovrintendenza.



Il rumore del tram può essere ridotto in modo rilevante

 
Chi subisce costantemente il rumore del tram negli uffici o in casa, oltre allo stress da inquinamento acustico, può sviluppare danni al proprio apparato uditivo.
 
Purtroppo questo rumore ha un’intensità sonora davvero rilevante, paragonabile qualche volta a delle macchine utensili e a martelli pneumatici e costringe i residenti a tenere chiuse le finestre.

Ci sono però delle soluzioni per risolvere il problema del rumore del tram e ridurre in modo rilevante il fastidio: tutte hanno a che fare con l’isolamento acustico delle stanze, si tratti di camere di una casa o di uffici o sale di un’azienda o di un locale pubblico.

Doppi infissi e controparete isolante per ridurre il rumore del tram negli uffici e nelle case

 
Il primo intervento che consigliamo di fare per proteggere un qualsiasi ambiente dal rumore del tram è il raddoppio degli infissi. Un solo serramento, per quanto sia dotato di vetrocamera (doppi vetri) è insufficiente per tutelare le persone che vivono quella stanza. L’ideale è installare doppi infissi acustici ma è possibile anche lasciare le finestre esistenti e aggiungere finestre fonoisolanti ad alto abbattimento acustico.

Si può procedere con il raddoppio degli infissi verso l’esterno ma anche verso l’interno creando, per esempio, una controparete ad hoc su cui montare l’infisso extra e su cui realizzare un profondo isolamento acustico. Occorre quindi una struttura portante metallica da riempire di materiali ad alto potere fonoisolante e fonoassorbente e con una speciale lamina antivibrante utilizzata nella tecnica Vibraless®, il tutto ricoperto con del cartongesso rinforzato.

Questa soluzione complessivamente è in grado di risolvere il problema del rumore del tram e ridurre in modo strabiliante il rumore anche se non può impedire che la vibrazione raggiunga pavimenti e soffitti.

Per un preventivo esatto, scrivici una mail o compila il form. Tieni presente che per realizzare un progetto acustico efficace occorre conoscere caratteristiche e intensità del rumore, per cui è necessario eseguire un sopralluogo con misurazione fonometrica.

Stanza completamente insonorizzata

 
La soluzione alternativa per risolvere il problema del rumore del tram è una versione potenziata della soluzione precedente: si tratta dell’insonorizzazione completa di una sala, la cosiddetta stanza nella stanza, o stanza bunker.
 
Una stanza in cui viene costruito un nuovo soffitto isolato acusticamente con tecnica SuonoStop™, nuove pareti insonorizzate, un nuovo pavimento flottante antivibrazioni, dei nuovi serramenti fonoisolanti e nuove porte acustiche.
 
Il risultato è davvero eccellente: risolve tutti i rumori del tram e udibili nell’aria e limita fortemente anche la quantità di vibrazioni ricevute.


Preventivo Isolamento Acustico

Tags: risolvere il problema del rumore del tram, rumore del tram negli uffici, isolamento acustico, insonorizzazione


VOCI CORRELATE

CENTRI OPERATIVI

PIEMONTE: Alessandria, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano, Cusio, Ossola, Vercelli
LOMBARDIA: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Brianza, Pavia, Sondrio, Varese
EMILIA ROMAGNA: Bologna, Ferrara, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia
VENETO: Verona, Vicenza
LIGURIA: Genova, Savona
LAZIO: Roma e Provincia
SICILIA: Ragusa e Provincia
SARDEGNA: Tutta l'Isola




Voto: 1.0/5
Torna ai contenuti