800.92.60.16
Chiama Gratuitamente Sorgedil

Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
800.92.60.16
Vai ai contenuti
Oppure Richiedi Gratuitamente:
Compila per essere contattato:

Ristrutturare rispettando le normative sul rumore

Sorgedil - Insonorizzazione

RISTRUTTURARE RISPETTANDO LE NORMATIVE SUL RUMORE

Ristrutturare rispettando normative rumore

Qual è la normativa sul rumore valida per le ristrutturazioni?
Quali sono le regole e gli obblighi acustici da rispettare quando si ristruttura una casa?
È vero che ci sono dei requisiti minimi da rispettare anche in tema di isolamento acustico?
 

Normativa sul rumore per le ristrutturazioni

 
La ristrutturazione di una casa è un’attività complessa in cui, oltre a coniugare funzionalità ed estetica, occorre tenere presenti le leggi e le prescrizioni vigenti a seconda della destinazione d’uso del bene.

Ci sono delle normative in tema di rumore o delle regole in vigore per l’inquinamento acustico?
 
Sì, ci sono dei requisiti minimi da rispettare in tema di rumore quando si ristruttura una casa e per non sbagliare, occorre affidarsi a qualcuno che possa consigliare in modo corretto.
 
La ricerca di professionista per il coordinamento dei lavori è una fase importante, soprattutto quando la ristrutturazione è più invasiva e completa.

Norme sul livello minimo di isolamento acustico

 
A definire il livello minimo di isolamento acustico per un edificio è il DPCM 5/12/97 che definisce alcuni requisiti acustici passivi minimi da rispettare.
Per esempi definisce, a seconda della destinazione d’uso di un bene, quale deve essere il livello di fonoisolamento minimo per:
  • i solai
  • le pareti verticali
  • i pavimenti
  • le facciate
  • gli impianti rumorosi.

Carenza di requisiti acustici passivi significa svalutazione dell’immobile

 
È molto importante, in questa fase, considerare anche le conseguenze di un intervento di ristrutturazione fatto senza prestare attenzione ai requisiti acustici passivi minimi degli edifici.

È la stessa legge a dirlo: la carenza dei requisiti acustici passivi in un edificio è un vizio, un difetto dell’opera e dà origine ad una responsabilità oltre che ad una svalutazione importante del valore del bene che può perdere fino al 30% del suo prezzo di vendita.
 

Consulenza e progettazione acustica

 
Per affrontare un progetto di ristrutturazione serenamente e con la certezza di rispondere e rispettare tutte le norme acustiche, Sorgedil offre la sua attività di consulenza e progettazione acustica.
 
Il nostro studio è in grado di incaricare un Tecnico Competente in Acustica per un sopralluogo con accurata misura fonometrica e definizione di un progetto di isolamento acustico conforme alla legge e perfettamente tarato sulle esigenze di riduzione del rumore.
 
Fai il preventivo istantaneo per scoprire quanto siano onesti i nostri prezzi.
 

Consulenza tecnica per professionisti

 
Sorgedil offre un’attività di consulenza (anche telefonica) per geometri, architetti e progettisti a cui occorre una guida e un aiuto per la comprensione delle specifiche tecniche legate alle leggi in tema di isolamento acustico e requisiti minimi di fonoisolamento.
 
Con questo intendiamo la spiegazione degli elementi tecnici come:
  •  isolamento acustico normalizzato di facciata
  • potere fonoisolante apparente delle pareti
  • livello di pressione sonora di calpestio normalizzato
  • livello sonoro corretto immesso da impianti a funzionamento continuo o discontinuo.
 
Scrivici una mail o compila il form per qualsiasi informazione supplementare.



Permessi da chiedere e comunicazioni per il comune


A seconda della complessità della ristrutturazione è possibile che ci sia bisogno di fare e inviare al Comune specifiche comunicazioni o richieste di permesso.
Le regole cambiano da comune a comune: e ci sono dei municipi che richiedono la presentazione di una comunicazione di inizio lavori – senza richiesta di autorizzazione - anche per gli interventi di manutenzione straordinaria.
Ci sono, poi, interventi di ristrutturazione più importanti o per un cambio destinazione d’uso per cui è richiesto il permesso di costruire o la concessione edilizia.

Utile sapere che molti di questi interventi garantiscono anche con la possibilità di detrarre fiscalmente la spesa.
 

Isolamento acustico è manutenzione ordinaria o straordinaria?

 
Come abbiamo detto, le regole e gli obblighi di comunicazione e di richiesta di autorizzazioni cambiano da comune a comune e per questa ragione è sempre il caso di interpellare un professionista, geometra, ingegnere, architetto o progettista che si metta in contatto con le amministrazioni comunali.
 

Parete isolante: manutenzione ordinaria o straordinaria?

 
A seconda del tipo di intervento di isolamento acustico è possibile che ci sia bisogno di fare una comunicazione di inizio lavori asseverata o anche non asseverata.
 
Per esempio: la creazione di una controparete acustica per insonorizzare una parete è un intervento che, sulla carta, rientra nella manutenzione straordinaria perché modifica la volumetria e la superficie utile di una stanza. Anche la realizzazione di una nuova parete fonoisolante ha caratteristiche simili.
A questo proposito è interessante tenere presente che – trattandosi di misure e interventi che migliorano l’isolamento dell’edificio e le sue performance sia in termini di riduzione del rumore sia di risparmio energetico – i comuni prevedono lo scomputo dei maggiori spessori delle pareti, risultato di queste opere.
Questo significa che la riduzione della volumetria della stanza è accettata senza problemi dal momento che è connessa con la messa in opera di involucri edilizi utili a migliorare le condizioni di benessere della casa.

Sostituzione delle finestre: manutenzione ordinaria o straordinaria?

 
Anche per un intervento di cambio infissi e installazione di finestre acustiche si pone la domanda se sia o meno obbligatorio fare comunicazione al comune. Dunque, a questo proposito occorre valutare se la sostituzione delle finestre determina una modifica del loro aspetto esterno.
 
Tecnicamente, infatti, è previsto che se si cambia qualcosa nel colore o nella dimensione della finestra occorre inviare una specifica comunicazione dell’intervento, senza bisogno di autorizzazione però.
Il rischio che si corre a non fare la comunicazione quando è obbligatorio è quello di una sanzione.





Tags: ristrutturare rispettando le normative sul rumore, normativa sul rumore per le ristrutturazioni, normativa sul rumore, obblighi acustici da rispettare, normative in tema di rumore, requisiti minimi da rispettare, regole in vigore per l’inquinamento acustico, norme sul livello minimo di isolamento acustico, leggi in tema di isolamento acustico, progetto di isolamento acustico, livello minimo di isolamento acustico, livello di fonoisolamento minimo, requisiti acustici passivi minimi, requisiti acustici passivi


ARTICOLI CORRELATI


CENTRI OPERATIVI

PIEMONTE: Alessandria, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano, Cusio, Ossola, Vercelli
LOMBARDIA: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Brianza, Pavia, Sondrio, Varese
EMILIA ROMAGNA: Bologna, Ferrara, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia
VENETO: Verona, Vicenza
LIGURIA: Genova, Savona
LAZIO: Roma e Provincia
SICILIA: Ragusa e Provincia
SARDEGNA: Tutta l'Isola



Voto: 0.0/5
Torna ai contenuti