Numero Gratuito Insonorizzare Casa800.92.60.16
Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
Chiama Gratuitamente Sorgedil

Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
Contatta Sorgedil per Insonorizzare casa tua
Preventivo Online Insonorizzare Casa
Vai ai contenuti
Compila per essere contattato:

Sorgedil insonorizzare Casa
Sorgedil Insonorizzare Abitazioni

I rumori dei bambini che giocano – e le soluzioni per non sentirli

Sorgedil: Insonorizzare
Pubblicato da in Isolamento Acustico Casa · 30 Aprile 2019
Tags: batteriaboxcasaappartamentocostoleggemisuratruffa
I RUMORI DEI BAMBINI CHE GIOCANO – E LE SOLUZIONI PER NON SENTIRLI

Insonorizzazione rumore bambini


I bambini che giocano fanno rumore: non conta che età abbiano o dove si trovino, i loro giochi possono disturbare e sfinire chi è costretto ad ascoltarli.
In generale, i bambini fanno rumore ovunque, ma le soluzioni cambiano a seconda che i rumori arrivino:

  1. dall’esterno
  2. dal piano di sopra
  3. dagli appartamenti laterali
  4. dal piano di sotto.
  

Soluzione di Sorgedil per isolare acusticamente dal rumore dei bambini che giocano

  
Ricordiamo che ogni intervento di isolamento acustico va calibrato e dimensionato sulla base del rumore che si vuole schermare e, per le normali differenze strutturali che esistono tra le diverse costruzioni, il progetto di insonorizzazione non può essere standard, ma va fatto su misura.
  
Sorgedil misura sempre i rumori con una specifica rilevazione fonometrica – eseguita con strumenti adeguati e non con una semplice app del telefonino - con l’obiettivo di mapparli ed indentificarli in tutte le loro componenti e progettare e realizzare un isolamento acustico adatto a fermarli in modo efficace e completo.
  
A seconda della gravità del rumore dei bambini che giocano, potrebbe essere necessario intervenire su più livelli.
  

1: Per chi sente il rumore dei bambini che giocano e urlano ai parchetti o nei giardini

  
Chi abita vicino ad un parchetto, uno stadio oppure abita in un palazzo che ha un giardino condominiale, sente spesso i bambini che urlano, giocano a pallone, si rincorrono o piangono, litigano o ridono.
  
Se è pieno giorno, è ovvio, all’esterno si può fare rumore e non ci sono divieti particolari da applicare: quindi chi ha bisogno di silenzio - per lavorare, studiare o riposare - è costretto a chiudersi in casa.
Le finestre chiuse, però, qualche volta non isolano adeguatamente e allora bisogna ascoltare la musica o il rumore bianco o indossare i tappi per le orecchie per non sentire i rumori dei bambini che giocano.
  

Soluzione 1A: sostituzione degli infissi o raddoppio

  
La prima difesa nei confronti dei rumori esterni sono gli infissi: sostituirli con finestre antirumore ad altissimo abbattimento è la prima cosa da fare quando i rumori che disturbano vengono dall’esterno.
Se non si possono sostituire i serramenti - per ragioni di vincoli condominiali o paesaggistici o perché si sono sostituiti da poco - si può valutare la possibilità di:
 
  • raddoppiarli, ovvero creare una nuova finestra/serramento staccato di 20-30 cm da quella esistente
  • sostituire almeno i vetri con una vetrocamera acustica, sempre che ci sia spazio sufficiente per installarla.
  


Soluzione 1B: infissi + cassonetto tapparella

  
L’età del cassonetto delle tapparelle e la sua resa acustica sono importanti per schermare i rumori esterni: sostituire tutti gli infissi non basta se, poi, resta il vecchio cassonetto a far passare i suoni e le urla dall’esterno.
Il cassonetto può essere bonificato - ovvero isolato acusticamente con l’aggiunta di materiali fonoassorbenti e fonoisolanti - oppure sostituito con un nuovo modello ad alto abbattimento di rumore.
  

Soluzione 1C: infissi + cassonetto + controparete

 
Corretti gli infissi e il cassonetto, l’ultimo punto debole che potrebbe non proteggere adeguatamente dai rumori esterni è la parete laterale, quella rivolta verso i rumori.
E il principio è lo stesso: intervenire per isolare perfettamente le finestre e i cassonetti non basta se la parete è un colabrodo e lascia passare tutti i rumori dei bambini che giocano.
  
In questo caso il consiglio è quello di isolare la parete dall’interno, creando una controparete svincolata dal muro esistente e procedere ad un isolamento acustico adeguato con la tecnica SuonoStop®.
 

2. Per chi sente il rumore dei bambini che giocano e urlano al piano di sopra

  
Quando si sentono i bambini che corrono al piano di sopra, che giocano a pallone, saltano o lanciano giocattoli in casa, è il caso di pensare ad un isolamento acustico del soffitto (e qualche volta anche delle pareti..) del proprio appartamento.
 
Una volta verificato cosa indica il regolamento condominiale in proposito (se ci sono orari di riposo da rispettare o se ci sono attività vietate) e una volta affrontati i genitori dei bambini per chiedere un po’ di rispetto per gli altri, ecco, non resta che insonorizzare la propria casa.
O la propria camera da letto o cucina, a seconda di qual è la stanza che si vuole preservare maggiormente dai rumori dei bambini che giocano.
  

Soluzione 2A: Isolamento acustico del soffitto

 
Quando i bambini corrono al piano di sopra, il rumore che si sente è proprio quello dell’urto dei loro piccoli talloni sul pavimento: un vero e proprio rumore da calpestio che si può risolvere.
L’insonorizzazione del soffitto è la soluzione: si crea un controsoffitto completamente svincolato da quello esistente e, sfruttando un principio fisico noto da sempre, si utilizzano i moderni materiali e le nuove tecniche di posa per far dissipare i rumori prima che raggiungano la stanza.
  
Va tenuto presente, tuttavia, che nel caso del calpestio - a seconda delle condizioni strutturali e delle tecniche di progettazione e realizzazione della soletta - è possibile che le vibrazioni generate sul pavimento del piano di sopra non attraversino soltanto la soletta ma riescano a trasferirsi e propagarsi anche tramite le pareti laterali.
  

Soluzione 2B: Isolamento acustico del soffitto e delle pareti

  
Quando il calpestio del piano di sopra si diffonde anche attraverso le pareti laterali della stanza, allora, occorre prevedere un isolamento acustico anche per loro.
L’insonorizzazione delle pareti, in questo caso, non avrà lo spessore previsto per isolare acusticamente una parete dai rumori laterali: basta, infatti, uno spessore minimo – anche 5,5 cm sono sufficienti - per placare il rumore delle vibrazioni trasmesse.
  
Sorgedil lo dice sempre: l’insonorizzazione delle pareti di una stanza per evitare il propagarsi delle vibrazioni generate sul soffitto è un intervento molto utile che, però, si può anche posticipare. I padroni di casa potrebbero scegliere di risolvere il problema in modo netto - e di per sé già efficace - isolando il soffitto e procedere con il completamento delle pareti solo in un secondo momento, prendendosi il tempo di abituarsi al nuovo contesto e capire quanta parte delle vibrazioni si trasferisce effettivamente attraverso le pareti.
  

3. Per chi sente il rumore dei bambini che giocano e urlano nella casa di fianco

  
Quando i bambini abitano a fianco, di solito, quello che si sente sono le voci, le urla e, al massimo, la palla che viene lanciata contro il muro.
È vero, infatti, che è più difficile avvertire il calpestio o gli urti dall’appartamento accanto, ma può capitare.
  

Soluzione 3A: Isolamento acustico della parete confinante con la stanza dei giochi

 
Quando i rumori dei bambini che giocano arrivano da un punto in particolare, es. la stanza adiacente al proprio appartamento, la soluzione non può che essere quella di isolare la parete che le separa.
Un’insonorizzazione eseguita con la tecnica Vibraless® garantisce una piena e completa protezione sia da voci, urla, tv, musica ma anche da tutte le vibrazioni, comprese quelle della palla lanciata contro il muro.
Sempre, peraltro, utilizzando materiali atossici, con certificazioni internazionali di salubrità.
 

4. Per chi sente il rumore dei bambini che giocano e urlano al piano di sotto

  
Quando i giochi dei bambini sono davvero rumorosi o quando il problema sono la tv o la musica ascoltate ad altissimo volume - magari in presenza di un impianto di Home Theater - può capitare che ad essere disturbati dal rumore dei bambini che giocano siano i vicini del piano di sopra.
  

Soluzione 4A: Isolamento acustico del pavimento

  
È raro, è vero, ma a noi sono capitati clienti che avevano un nido/ludoteca al piano di sotto e non avevano più un momento di relax né di sabato né di domenica.
  
In questi casi, la soluzione ideale è l’isolamento acustico del pavimento, ovvero la creazione di un nuovo pavimento flottante, posato elasticamente su quello esistente e isolato con i più efficaci e moderni materiali fonoisolanti e pannelli fonoassorbenti.
  
Le soluzioni presentate in questo post sono solo alcune delle possibili alternative per risolvere il problema del rumore dei bambini che giocano: scrivici una mail o compila il form per qualsiasi esigenza! Rispondiamo (e richiamiamo) sempre in brevissimo tempo.


Preventivo Isolamento Acustico

Tags: isolamento acustico rumori bambini che giocano, isolamento acustico bambini che urlano, isolamento acustico bambini che corrono, isolamento acustico bambini fanno rumore, isolamento acustico del soffitto, isolamento acustico della parete, isolamento acustico del pavimento, insonorizzare la propria casa, insonorizzazione del soffitto, insonorizzazione delle pareti spessore minimo


VOCI CORRELATE


CENTRI OPERATIVI

PIEMONTE: Alessandria, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano, Cusio, Ossola, Vercelli
LOMBARDIA: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Brianza, Pavia, Sondrio, Varese
EMILIA ROMAGNA: Bologna, Ferrara, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia
VENETO: Verona, Vicenza
LIGURIA: Genova, Savona
LAZIO: Roma e Provincia
SICILIA: Ragusa e Provincia
SARDEGNA: Tutta l'Isola




Voto: 0.0/5
Torna ai contenuti