Chiama Gratuitamente Sorgedil

Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
800.92.60.16
info@sorgedil.it
Vai ai contenuti

Oppure Richiedi Gratuitamente:
Compila per essere contattato:

Normative, leggi e decreti per l'isolamento acustico

NORMATIVE, LEGGI E DECRETI PER L'ISOLAMENTO ACUSTICO



Leggi Insonorizzazione


Normative, leggi e decreti per l'isolamento acustico? Nonostante vi sia da tempo la necessità di definire dei limiti di isolamento acustico per le abitazioni, al fine di prevenire il disturbo percepito all'interno degli ambienti abitativi per rumori provenienti dall'esterno dell'edificio, ma anche da rumori provocati all'interno dello stesso, la norma in di requisiti acustici passivi degli edifici compare nel panorama normativo nazionale solamente tempi recenti. Infatti, pare univoco considerare quale riferimento assoluto nell’ambito progettazione degli edifici di civile abitazione il d.P.C.M. 5 dicembre 1997 "Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici". Per il vero, l’indicazione di alcuni standard minimi di isolamento acustico, da valutare nel della progettazione degli edifici, esiste già a partire dalla seconda metà degli anni sessanta, se, come vedremo nel seguito, questa si limitava unicamente alla sola edilizia pubblica ospedali, edifici residenziali pubblici, ecc.). Pare quindi indicativo che un importante parametro di valutazione dell’ambiente in cui viviamo perlomeno, nel quale trascorriamo la maggior parte del tempo della nostra vita, sia stato considerazione così tardivamente, certo è che l’attenzione e la sensibilità della popolazione confronti del bene "casa" è, recentemente, notevolmente aumentata.

Ciò premesso, non rimane che analizzare nel dettaglio il contenuto di tali riferimenti normativi, definendo per ciascuno di essi, la relativa limitazione.




Normativa nazionale



Circolare del Ministero dei lavori pubblici n. 1769 del 30 aprile 1966


Criteri di valutazione e collaudo dei requisiti acustici nelle costruzioni edilizie

La circolare fissa le norme per la definizione e la misura dei requisiti acustici nelle costruzioni edilizia residenziale pubblica, da inserire, in sede contrattuale, nei capitolati speciali d'appalto verificare successivamente in sede di collaudo.

In merito alle caratteristiche acustiche, sono definiti i parametri e le relative grandezze da misurare; in particolare:

-l'isolamento acustico per via aerea di pareti divisorie interne;

-l'isolamento acustico per via aerea di solai;

-l'isolamento acustico per via aerea di pareti esterne;

-il livello di rumore da calpestio dei solai;

-la rumorosità provocata da servizi e impianti fissi;

-la rumorosità provocata da agenti atmosferici;

-il coefficiente di assorbimento acustico;

-il tempo di riverberazione.







Circolare del Ministero dei lavori pubblici n. 3150 del 22 maggio 1967

Criteri di valutazione e collaudo dei requisiti acustici negli edifici scolastici


D.M. 18 dicembre 1975


Norme tecniche aggiornate relative all'edilizia scolastica, ivi compresi gli indici minimi di funzionalità didattica, edilizia ed urbanistica da osservarsi nell'esecuzione di opere di edilizia scolastica

Le due sopraccitate norme hanno l'obiettivo di garantire, all'interno degli edifici scolastici, condizioni di abitabilità soddisfacenti per gli occupanti, in analogia con i parametri indicati nella parte I della circolare del Ministero dei LL.PP. n. 1769 del 30 aprile 1966, ad eccezione di alcune prescrizioni specifiche legate alla particolare destinazione d'uso dell'edificio. Sono infatti previste misure in opera ed in laboratorio al fine di verificare l'isolamento acustico ed i requisiti acustici richiesti, quali:

-il potere fonoisolante di strutture verticali, orizzontali, divisorie ed esterne, di infissi verso l'esterno, di griglie e prese d'aria installate verso l'esterno;

-l'isolamento acustico contro i rumori trasmessi per via aerea tra spazi adiacenti e sovrapposti ad uso didattico e nei locali comuni;

-il livello di rumore da calpestio normalizzato del solaio;

-il livello di rumore da calpestio tra due spazi sovrapposti;

-la rumorosità dei servizi e degli impianti fissi;

-il coefficiente di assorbimento dei materiali isolanti acustici.

I risultati delle misure devono essere riportati sotto forma di grafici su appositi moduli, nei quali dovranno figurare anche le indicazioni grafiche degli elementi cui si riferisce la prova (piante, masse degli elementi per unità di superficie, sezioni, ubicazione di punti di misura e descrizione delle strutture esaminate).





Legge 26 ottobre 1995, n. 447

Legge quadro sull’inquinamento acustico

La legge n. 447/95 rappresenta la norma di riferimento, in ambito nazionale, in materia di inquinamento acustico, la quale stabilisce i princìpi fondamentali in materia di tutela dell'ambiente esterno e dell'ambiente abitativo dall'inquinamento acustico, definito come "introduzione di rumore nell'ambiente abitativo e nell'ambiente esterno tale da provocare fastidio o disturbo al riposo alle attività umane, pericolo per la salute umana, deterioramento dell'ecosistema, dei beni materiali, dei monumenti, dell'ambiente abitativo o dell'ambiente esterno tale da interferire con le legittime fruizioni degli ambienti stessi".

d.P.C.M. 5 dicembre 1997

Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici

Il decreto, emanato in attuazione dell'art. 3, comma 1, lettera e) della Legge n. 447/95, stabilisce i requisiti acustici delle sorgenti sonore interne agli edifici ed i requisiti acustici passivi degli edifici e dei loro componenti in opera, allo scopo di contenere l'esposizione umana al rumore.

Il grado di protezione acustica, è differenziato asseconda della classe attribuita ai diversi ambienti abitativi, definita in relazione alla destinazione d'uso dell'immobile, come di seguito indicato.

- categoria A edifici adibiti a residenza o assimilabili

- categoria B edifici adibiti ad uffici e assimilabili

- categoria C edifici adibiti ad alberghi, pensioni ed attività assimilabili

- categoria D edifici adibiti ad ospedali, cliniche, case di cura e assimilabili

- categoria E edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli e assimilabili

- categoria F edifici adibiti ad attività ricreative o di culto o assimilabili

- categoria G edifici adibiti ad attività commerciali o assimilabili

Per ciascuna categoria sono indicati, per le partizioni verticali e orizzontali (pareti e solai), i valori minimi di isolamento, mentre per i servizi sono riportati i valori massimi ammissibili di rumore da non superare nell'ambiente ricevente, ossia nel locale in cui è avvertito il maggior disturbo. In particolare:

-indice del potere fonoisolante apparente (R'
w ), riferito a elementi di separazione tra due distinte unità immobiliari;

-indice di valutazione dell'isolamento acustico standardizzato di facciata (D
2m,nT,w );

-indice di valutazione del livello apparente normalizzato di rumore da calpestio di solai (L'
n,w );

-livello massimo di pressione sonora, ponderata A con costante di tempo "Slow" (L
ASmax ), per i servizi a funzionamento discontinuo;

-livello continuo equivalente di pressione sonora, ponderata "A" (L
Aeq ), per i servizi a funzionamento continuo.





Il menzionato d.P.C.M. è il primo e organico riferimento normativo nazionale per la protezione contro il rumore all'interno degli edifici civili, anche se presenta alcuni elementi critici, primo fra tutti quello di non aver definito le procedure di vigilanza e controllo della normativa. Inoltre, non è specificato se i requisiti indicati riguardano anche gli edifici esistenti e non viene fatta alcuna distinzione, all'interno della stessa categoria, tra edifici situati in zone tranquille e quelli posti in aree rumorose, con la conseguenza che mentre nel primo caso i limiti sono troppo restrittivi, nell'altro sono insufficienti.

Ciò nonostante, è utile considerare che la menzionata norma rappresenta, in ogni caso, il punto di riferimento nell'ambito di un'eventuale azione civile, qualora si intenda contestare l'inadeguatezza, sotto il profilo acustico, della struttura edilizia o la sua mancata realizzazione a "regola d'arte".


normative insonorizzazione casa

d.P.C.M. 14 novembre 1997

Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore in GU n. 280 del 01/12/97.


Il D.P.C.M. 1/3/91 e il successivo D.P.C.M. 14/11/97 prevedono la classificazione del Territorio Comunale in zone di sei classi:

CLASSE I
– aree particolarmente protette: rientrano in questa classe le aree nelle quali la quiete rappresenta un elemento di base per la loro utilizzazione: aree ospedaliere, scolastiche, aree destinate al riposo ed allo svago, aree residenziali rurali, aree di particolare interesse urbanistico, parchi pubblici, ecc.

CLASSE II
– aree destinate ad uso prevalentemente residenziale: rientrano in questa classe le aree urbane interessate prevalentemente da traffico veicolare locale, con bassa densità di popolazione, con limitata presenza di attività commerciali ed assenza di attività industriali e artigianali.

CLASSE III
– aree di tipo misto: rientrano in questa classe le aree urbane interessate da traffico veicolare locale o di attraversamento, con media densità di popolazione, con presenza di attività commerciali, uffici con limitata presenza di attività artigianali e con assenza di attività industriali; aree rurali interessate da attività che impiegano macchine operatrici.

CLASSE IV
– aree di intensa attività umana: rientrano in questa classe le aree urbane interessate da intenso traffico veicolare, con alta densità di popolazione, con elevata presenza di attività commerciali e uffici, con presenza di attività artigianali; le aree in prossimità di strade di grande comunicazione e di linee ferroviarie; le aree portuali, le aree con limitata presenza di piccole industrie.

CLASSE V
– aree prevalentemente industriali: rientrano in questa classe le aree interessate da insediamenti industriali e con scarsità di abitazioni.

CLASSE VI
– aree esclusivamente industriali: rientrano in questa classe le aree esclusivamente interessate da attività industriali e prive di insediamenti abitativi.

Viene poi fissata una suddivisione dei livelli massimi in relazione al periodo di emissione del rumore, definito dal decreto come “tempo di riferimento”:

- periodo diurno dalle ore 6.00 alle ore 22.00;
- periodo notturno dalle ore 22.00 alle ore 6.00.









VALORI LIMITE ASSOLUTI DI IMMISSIONE - in dB(A)

Valore massimo di rumore che può essere immesso da una o più sorgenti sonore nell’ ambiente abitativo o nell’ ambiente esterno

Mentre, per quel che riguarda i limiti di emissione (misurati in prossimità della sorgente sonora) abbiamo i seguenti limiti:

VALORI LIMITE DI EMISSIONE
- in dB(A)

Valore massimo di rumore che può essere emesso da una sorgente sonora misurato in prossimità della sorgente stessa

VALORI DI QUALITÀ - in dB(A)

I livelli di pressione sonora, ponderati con la curva di pesatura A, devono essere mediati attraverso il Livello Equivalente in dB.


Normativa europea per l'isolamento acustico


Considerato che il presente lavoro è centrato sulla valutazione previsionale delle proprietà acustiche dell'edificio, è stata rivolta particolare attenzione alla serie di norme europee che descrivono l'impiego di metodi di calcolo semplificati, mentre è stato fornito un semplice elenco di quelle norme che, invece, trattano le procedure per il collaudo in opera, le quali esulano dall'ambito di pertinenza del progettista, riversandosi piuttosto nell'attività del c.d. «tecnico competente» in acustica, definito ai sensi dell'art. 2, comma 6 della Legge n. 447/95.

Ciò premesso, uno dei riferimenti normativi più importanti, il quale sarà oggetto di un approfondito esame nel successivo capitolo "Modelli di calcolo", è costituito dalla serie di norme EN 12354 in materia di "Acustica degli edifici, stima delle prestazioni degli edifici in base alle caratteristiche dei prodotti che le compongono", recentemente convertite in norme UNI con la sigla UNI EN 12354.

La norma, si compone di 6 parti, di cui le prime 4 sono state definitivamente approvate:

-EN 12354-1: isolamento del rumore per via aerea tra ambienti;

-EN 12354-2: isolamento acustico al calpestio tra ambienti;

-EN 12354-3: isolamento acustico contro il rumore proveniente dall'esterno per via aerea;

-EN 12354-4: trasmissione del rumore generato in ambiente interno verso l'ambiente esterno.

Tali norme prevedono l'impiego di calcoli con grandezze dipendenti dalla frequenza (modello dettagliato) o mediante indici di valutazione (modello semplificato).


Notizie fornite da Sorgedil


Tags: isolamento acustico normative leggi decreti, isolamento acustico abitazioni, isolamento acustico ambienti abitativi, isolamento acustico pareti, isolamento acustico solai, isolamento acustico calpestio

tags: isolamento acustico, isolamento acustico detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia esistenti, isolamento acustico acustica edilizia interno, isolamento acustico edilizia esterna, isolamento acustico detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia cartongesso, isolamento acustico detrazione ristrutturazione acustica edilizia, isolamento acustico prezzi, isolamento acustico edilizia, isolamento acustico bagno, isolamento acustico mattoni pieni, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, insonorizzazione acustica edilizia, insonorizzazione edilizia interni, insonorizzazione locale musica, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia cartongesso, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia interno, insonorizzazione locali musica interni, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia casa, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia costo, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia costo, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia prezzi, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia prezzo, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia preventivo, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia preventivi, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia, insonorizzazione locale adiacente camera, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia camera da letto, insonorizzazione locali adiacenti stanze, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia confinante, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia casa, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia abitazione, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia appartamenti, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia ville a schiera, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia villa bifamiliare, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia abitazione, in\sonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia locali, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia condominio, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia piombo, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia eraclit, insonorizzazione pub interno, insonorizzazione pub confinante, insonorizzazione discoteca, insonorizzazione pub, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia mattone forato, insonorizzazione disco pub vicino rumoroso, insonorizzazione detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia bagno, isolamenti acustici detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, isolamenti acustici detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia interni, isolamenti acustici detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia confinanti, isolamento acustico detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia orizzontali, come isolare acusticamente un detrazione ristrutturazione acustica edilizia, come isolare acusticamente un detrazione ristrutturazione acustica edilizia confinante, isolamento acustico detrazione ristrutturazione acustica edilizia, isolamento acustico detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, insonorizzazione detrazione ristrutturazione acustica edilizia, insonorizzazioni detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia isolanti acustiche, detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia isolanti, detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia insonorizzati, detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia insonorizzanti, detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia fonoisolanti, detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia fonoassorbenti, detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia e fonoassorbenti, detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia acustici, detrazione ristrutturazione acustica edilizia insonorizzato, pannelli fonoassorbenti per detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, pannelli fonoassorbenti per detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia interni, materiale insonorizzante per detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, materiale fonoassorbente per detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, isolazione acustica detrazione ristrutturazione acustica edilizia, isolare detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia interni, isolanti acustici per detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia interni, isolanti acustici per detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, isolanti per detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia interni, isolanti acustici per detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, isolante acustico per detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, isolamento termoacustico detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, isolamenti acustici per detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, isolamento acustico detrazione ristrutturazione acustica edilizia, calcolo isolamento acustico detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia, coibentazione acustica detrazione ristrutturazione acustica edilizia, coibentazione acustica detrazioni ristrutturazioni acustica edilizia interni, come insonorizzare una detrazione ristrutturazione acustica edilizia, isolamento acustico detrazione ristrutturazione acustica edilizia, isolamento acustico detrazione ristrutturazione acustica edilizia esistente, isolamento acustico detrazione ristrutturazione acustica edilizia interpiano, isolamento acustico detrazione ristrutturazione acustica edilizia calpestio
CONTATTI














I nostri uffici sono Aperti:
dal Lunedì al Venerdì (9.00 - 13.00) e (14.00 - 18.00)


Perchè aspettare? Chiama!


Tutti i numeri sono attivi negli orari sopra indicati: ufficio, cellulare e numero verde.




oppure gratis...




oppure...


CENTRI OPERATIVI


PIEMONTE
: Alessandria, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano, Cusio, Ossola, Vercelli

LOMBARDIA: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Brianza, Pavia, Sondrio, Varese

EMILIA ROMAGNA: Bologna, Ferrara, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia

VENETO: Verona, Vicenza

LIGURIA: Genova, Savona

LAZIO: Roma e Provincia

SICILIA: Ragusa e Provincia

SARDEGNA: Tutta l'Isola



OPERIAMO NELLE ZONE: Milano, Como, Lissone, Abbiategrasso, Desio, Bergamo, Sesto San Giovanni, Bresso, Novara, Cantu, Torino, Brescia, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Pavia, Sondrio, Varese, Monza e Brianza, Mariano Comense, Cinisello Balsamo, Legnano, Rho, Cologno Monzese, Bollate, Paderno Dugnano, Rozzano, Corsico, Segrate, San Donato Milanese, Pioltello, San Giuliano Milanese, Seregno, Cesano Maderno, Limbiate, Brugherio, Vimercate, Nova Milanese, Giussano, Meda, Seveso, Bovisio Masciago, Cernusco sul Naviglio, Garbagnate Milanese, Buccinasco, Rozzano, Lainate, Cesano Boscone, Muggio, Carate Brianza, Varedo, Agrate Brianza, Concorezzo, Arcore, Erba, Olgiate Comasco, Cermenate, Fino Mornasco, Magenta, Cornaredo, Novate Milanese, Cusano milanino, Senago, Arese, Melzo, Trezzano sul Naviglio, Cormano, Gorgonzola, Settimo Milanese, Nerviano, Cassano d'Adda, Melegnano, Pieve Emanuele, Trezzo sull'Adda, Solaro, Busto Arsizio, Gallarate, Saronno, Cassano Magnago, Somma Lombardo, Tradate, Samarate, Malnate, Castellanza, Luino, Cardano al Campo, Caronno Pertusella, Lonate Pozzolo, Olgiate Olona, Fagnano Olona, Induno Olona, Sesto Calende, Merate, Calonziocorte, CasateNovo, Valmadrera, Mandello del Lario, Galbiate, Oggiono, Missaglia, Olginate, Colico, Biassono, Verano Brianza, Besana in Brianza, Villasanta, Bernareggio, Cernobbio, Mozzate, Inverigo, Appiano Gentile, Turate, Lomazzo, Lurate Caccivio, Seriate, Dalmine, Treviglio, Albino, Romano di Lombardia, Caravaggio, Alzano Lombardo, Osio Sotto, Nembro, Stezzano, Ponte San Pietro, Bareggio, Lentate sul Seveso, Cerro Maggiore, Opera, Vimodrone, Corbetta, Rescaldina, Carugate, Busto Garolfo, Cassina de Pecchi, Cesate, Mediglia, Paullo, Sedriano, Castano Primo, Cornate d'Adda, Inzago, Bussero, Basiglio, Pessano con Bornago, Gaggiano, Vignate, Pogliano Milanese, Magnago, Vittuone, Cuggiono, Assago, San Vittore Olona, San Colombano al Lambro, Lacchiarella, Pozzuolo Martesana, Turbigo, Binasco, Vanzago, Vaprio d'Adda, Motta Visconti, Robecco sul Naviglio, San Giorgio su Legnano, Villa Cortese, Pregnana Milanese, Settala, Gessate, Arconate, Pantigliate, Casorezzo, Cambiago, Rosate, Truccazzano, Cerro al Lambro, Rodano, Borgomanero, Trecate, Arona, Galliate, Oleggio, Cameri, Castelletto Sopra Ticino, Bellinzago Novarese, Cerano, Gozzano, Grignasco, Varallo Pombia, Romentino, Romagnano Sesia, Borgo Ticino, Invorio, Ghemme, Gattico, San Maurizio d'Opaglio, Suno, Momo, Olgiate Molgora, Robbiate, Barzanò, Costa Masnaga, Osnago, Malgrate, Monticello Brianza, Brivio, Lomagna, Cassago Brianza, Calco, Civate, Cernusco Lombardone, Bellano, Ballabio, Nibionno, Paderno d'Adda, Molteno, Dervio, Crema, Castelleone, Pandino, Lugano, Svizzera, Massagno, Melide, Manno
Torna ai contenuti