Vai ai contenuti
Compila per essere contattato:
Sorgedil insonorizzare Casa
Sorgedil Insonorizzare Abitazioni






I Segreti per il Miglior Isolamento Acustico delle Pareti di Casa

Sorgedil: Insonorizzare
Pubblicato da Sorgedil in Isolamento Acustico Casa · 1 Giugno 2020
Tags: soffittocabinamusicapavimento
I Segreti per il Miglior Isolamento Acustico delle Pareti di Casa


In questi anni di esperienza nell’isolamento acustico abbiamo realizzato l’insonorizzazione delle stanze di migliaia di clienti e abbiamo elaborato e realizzato delle soluzioni Garantite che isolano acusticamente i rumori meglio di qualsiasi altro materiale sul mercato, e le abbiamo anche brevettate.

Sono 2 e sono molto famose nel settore:
- SuonoStop® La gomma che cancella i rumori
- e Vibraless® che dissolve le vibrazioni.

Sono centinaia riscontri positivi che riceviamo dai clienti che, con una delle nostre soluzioni di isolamento acustico delle pareti, hanno risolto i loro problemi di rumore con i vicini.

E qui parlo di come attutire i rumori del vicino dalle pareti laterali ma anche dal soffitto. E intendo rumori di voci, televisione alta, elettrodomestici, musica, abbaio del cane ma anche rumore di tubature, sciacquone, passo rapido e poi passi, tacchi salti e rumori di cose cadute o lanciate al piano di sopra.

Oggi vorrei parlarvi dell’isolamento acustico delle pareti ed in particolare vorrei indicarvi quali sono i segreti per realizzare un isolamento acustico delle pareti che funzioni davvero!
 
Allora.

1.1 Primo Segreto: insonorizzare le pareti basta?

 
Per insonorizzare una stanza per non sentire i rumori che vengono da un’altra stanza serve una nuova controparte.
Mai e poi mai appiccicare materiale per l’isolamento acustico sulle pareti interne già esistenti.

Le onde sonore, infatti, continueranno ad investire quella superficie anche se ci sono appiccicati i migliori pannelli acustici. Le onde sonore la colpiranno e la faranno vibrare, continuando a sfruttarla come mezzo per far passare i suoni ed i rumori come il vociare dei vicini, il rimbombo dei tacchi sul pavimento, dalla vostra parte.

Quindi, prima cosa, realizzare l’isolamento acustico delle contropareti che sia, attenzione, svincolata dalla parete già esistente.

1.2 Secondo Segreto: come insonorizzare le pareti di casa?

 
Il secondo segreto per realizzare il miglior isolamento acustico delle pareti è creare una struttura portante di acciaio zincato che funga da nuova controparete. Attenzione, non deve esserci nessun punto di contatto con la parete già esistente.

La nuova parete insonorizzata dovrà essere ancorata e fissata al pavimento e al soffitto e anche adeguatamente isolata acusticamente da queste due superfici.
 
Questo risultato di isolamento acustico delle pareti si raggiunge, per esempio, utilizzando delle bande antivibranti lungo tutto il perimetro e delle guide di metallo.

1.3 Terzo Segreto: il miglior pannello acustico

 
Il terzo segreto sta proprio nella scelta dei materiali acustici: l’isolamento acustico della parete va costruita sfruttando la capacità di isolare acusticamente di diversi materiali che per lavorare bene vanno abbinati in modo personalizzato, studiato sulla base dei rumori da fermare, ma anche abbinando tra loro spessori e densità diversi.

Un’altra cosa, per insonorizzare le pareti acusticamente non basta usare pannelli fonoassorbenti e fonoisolanti come lana di vetro o lana di roccia - che tra l'altro sono materiali certificati e salubri, per cui è scientificamente dimostrato che non c’è correlazione con il rischio di cancro. Chiunque dica il contrario sta solo facendo discorsi da bar, infondati e paranoici.

Quindi, non solo pannelli fonoassorbenti e fonoisolanti, ma anche gessofibra rinforzato, fibra di poliestere e gomma EDPM che, per esempio, è un ottimo materiale per l’isolamento acustico degli ambienti.

1.4 Quarto Segreto: insonorizzare una parete funziona?

 
Segreto n. 4 è la camera d’aria. Questo non lo sanno in molti, ma tra la parete già esistente e la controparete è sempre bene che si lasci uno spazio vuoto che agevola la dispersione e l’eliminazione dei suoni.
Senza limite, più lo spazio è ampio, migliore sarà il risultato dell’isolamento acustico. Si può pensare di lasciare anche 5, 6, 8 cm tra le due superfici.

1.5 Quinto segreto: isolamento acustico parete sottile con prese elettriche

 
Segreto n. 5 e ultima chicca!
Le scatolette elettriche. Ipotizziamo che la parete che volete insonorizzare abbia 3 prese elettriche. È importante ricordare che ogni presa è come un buco in un colapasta. Non conviene bucherellare tutta la nuova parete insonorizzata.

L’ideale è far passare solo una presa elettrica e solo se è indispensabile. Se si sceglie di averne una, poi, l’ideale è che sia completamente isolata acusticamente e disposta sfalsata rispetto alla posizione precedente.

2. Isolamento acustico pareti interne – riepilogo

 
Ecco, quindi, ricapitoliamo:
 
1. insonorizzare le pareti basta?
2. come insonorizzare le pareti di casa?
3. il miglior pannello acustico
4. insonorizzare una parete funziona?
5. isolamento acustico parete sottile con prese elettriche
 
Ecco, se è fatto così, con questi criteri, allora si può dire che l'isolamento acustico è fatto a regola d’arte e che esiste una soluzione di isolamento acustico Garantita!

Certo la vera differenza la fa la precisione con cui il tutto viene realizzato ma anche la qualità dei materiali: l’ideale è la nostra tecnica di isolamento acustico delle pareti: SuonoStop® per i rumori aerei e la nostra Vibraless® per i rumori da sciacquone, per caloriferi e per scarichi.

In ogni caso è sempre preferibile utilizzare i migliori materiali isolanti professionali, non vale mai la pena fare il lavoro con quello che si trova nei negozi di bricolage.

Quel materiale acustico o dal “pannello acustico” infatti è una versione molto semplificata dei materiali professionali e non garantiscono i risultati che invece uno si aspetterebbe visto il loro costo che non è proprio economico!
 

3. I rumori non sono tutti uguali

 
Non è detto che tutto vada liscio e che il rumore sparisca; con tutto ciò che si sono acquistati i “migliori pannelli acustici”.
 
Nel senso che le onde sonore non sono folate di vento che si fermano con una porta ben chiusa.

I suoni sono onde di energia che sfruttano la densità dei materiali così detti acustici per propagarsi e quindi, per esempio, può succedere che i rumori che provengono dal vicino di casa investa altre superfici della casa, rendendo necessario l’isolamento acustico di più pareti e magari non solo di una.
 

4. Sistemi di isolamento acustico delle pareti

 
Qualche volta capita che i rumori che provengono dal vicino di casa siano talmente forti che investono la parete principale che divide i due appartamenti, ma anche le due pareti perpendicolari riuscendo, qualche volta, ad arrivare nella stanza sebbene la parete principale già esistente sia isolata acusticamente perfettamente.
 
In questo caso bisognerebbe verificare con uno strumento, che noi abbiamo e che usiamo nei nostri sopralluoghi, l’entità del suono che riesce a passare. Il fatto è che se il rumore è forte, è facile che si debba intervenire anche sulle altre due pareti.
 
La stessa cosa vale se, per esempio, se sono due le stanze da insonorizzare che confinano con la parete principale e rumorosa. In questo caso andrebbe realizzata l’insonorizzazione delle pareti di tutte e due le stanze, altrimenti il risultato non sarà sufficiente e quindi sarebbero degli isolamenti acustici che ti farebbero buttare via i soldi senza risolvere nulla!
 
O ancora: quando i rumori di vibrazione della parete che confina con la tromba dell’ascensore oppure da rumori di centrifuga della lavatrice, calpestio, salti e tacchi vengono dall’appartamento di fianco, è possibile che quelle vibrazioni arrivino nella vostra stanza trasferendosi dal pavimento direttamente. In questo caso insonorizzare la parete che separa le due stanze non basta e non serve!

Meglio insonorizzare il pavimento dall’altra parte o usare tappetini antivibranti direttamente alla fonte del rumore.
 

5. Villetta a schiera con il soffitto in legno ed i vicini rumorosi

 
E l’ultima casistica che mi viene in mente è una villetta a schiera con il soffitto in legno.
 
Capita spesso che ci chiamino dei proprietari di villette a schiera che si lamentano del rumore dei vicini che sentono dalla casa attigua. Sapete che, spesso, il problema non è la parete ma è il soffitto comunicante?
 
Queste case hanno il tetto in legno in comune ed è quello l’elemento che trasferisce moltissimo i rumori.
 
In questo caso non serve a nulla solo l’isolamento acustico della parete che separa le due case perché il rumore sale e poi scende dal soffitto di legno. Si dovrà insonorizzare il soffitto in legno, o con una struttura che lasci visibili i travetti o che li ricopra completamente.

In ogni caso, noi consigliamo sempre un'analisi del rumore fatta da noi. Perché quello che facciamo noi di Sorgedil Isolamenti Acustici è un sopralluogo acustico curato e preciso in cui veniamo ad analizzare il rumore con uno strumento a cuffie che ci dà informazioni chiare sulla provenienza e sulle modalità per intervenire con l’isolamento acustico.

Quando siamo da voi rispondiamo a tutte le domande che ci farete, addirittura vi racconteremo passo per passo la soluzione di isolamento acustico che ci sembrerà la più idonea al vostro caso. Poi starà a voi scegliere se affidare a noi l’intervento di insonorizzazione delle pareti oppure no.

L’ideale poi sarebbe prendere appuntamento un giorno in cui ci sono anche i vicini, così da verificare esattamente il comportamento dei suoni.
 



Tags: isolamento acustico pareti, isolamento acustico parete esistente, insonorizzazione parete esistente, insonorizzazione pareti divisorie appartamenti, insonorizzazione pareti cartongesso, insonorizzazione materiali, come insonorizzare una parete dai rumori dei vicini


VOCI CORRELATE




CENTRI OPERATIVI

PIEMONTE: Alessandria, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano, Cusio, Ossola, Vercelli
LOMBARDIA: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Brianza, Pavia, Sondrio, Varese
EMILIA ROMAGNA: Bologna, Ferrara, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia
VENETO: Verona, Vicenza
LIGURIA: Genova, Savona
LAZIO: Roma e Provincia
SICILIA: Ragusa e Provincia
SARDEGNA: Tutta l'Isola




Voto: 0.0/5
Torna ai contenuti