Vai ai contenuti
Compila per essere contattato:
Sorgedil insonorizzare Casa
Sorgedil Insonorizzare Abitazioni






Isolamento acustico pareti per vicini rumorosi, migliori soluzioni

Come Insonorizzare...▼ > Casa > Isolamento Acustico Pareti
ISOLAMENTO ACUSTICO PARETI PER VICINI RUMOROSI, MIGLIORI MATERIALI E SOLUZIONI  


SOLUZIONI CASA

L’isolamento acustico delle pareti interne di casa è la soluzione migliore per isolarsi dai vicini rumorosi, dai suoni più molesti e dai rumori che vengono dall’esterno.

È vero, infatti, che sono milioni gli italiani che hanno un problema di rumore nella loro casa. E la realtà è che ci sono suoni e rumori così fastidiosi e penetranti che non ti lasciano in pace, mai. Non riesci ad addormentarti, a rilassarti e ti sembra di sentirli anche quando non ci sono. L'isolamento acustico delle pareti divisorie è un intervento che protegge la tua casa, e ti fa sentire al sicuro, meno esposto.

INDICE DEI CONTENUTI

1. Funziona l’isolamento acustico delle pareti?

2. Quanto costa l’isolamento acustico delle pareti?
      2.1 Calcola online il preventivo istantaneo per l'insonorizzazione delle pareti

3. Come insonorizzare le pareti esterne

4. Insonorizzare le pareti divisorie dai rumori che non ti fanno dormire
      4.1 Com'è fatta una parete divisoria insonorizzata in cartongesso
         ◽ I principali componenti di una parete insonorizzata a secco
         ◽ Come viene realizzata la parete in cartongesso insonorizzata
            ▪ Fissaggio delle lastre di cartongesso nell'isolamento acustico delle pareti
            ▪ Isolamento acustico pareti di casa: stuccatura dei giunti e della testa delle viti

      4.2 Come insonorizzare le pareti divisorie interne
      4.3 I segreti di come insonorizzare una parete divisoria di casa propria
         ◽ Insonorizzare pareti di casa, trucchi e consigli
            ▪ Eliminare i ponti acustici è la prima cosa da fare per insonorizzare la parete
            ▪ Lasciare una camera d’aria tra la parete divisoria esistente e la nuova controparete per un buon isolamento acustico delle pareti

      4.4 Cose da NON fare mai: Insonorizzare una parete con del materiale appiccicato
      4.5 È il vicino che disturba chi deve pagare l’isolamento acustico delle pareti confinante?
      4.6 Isolamento acustico pareti confinante tra appartamenti
         ◽ Come si fa l'isolamento acustico delle pareti di casa confinanti con i vicini rumorosi
         ◽ Isolamento acustico pareti di casa e isolamento termico
         ◽ Se le case e gli appartamenti hanno pareti divisorie interne troppo sottili come insonorizzare?
         ◽ Realizzazione dell'isolamento acustico delle pareti confinanti tra appartamenti
            ▪ Descrizione intervento di insonorizzazione delle pareti confinanti con i vicini rumorosi

5. Insonorizzazione delle pareti di casa dai rumori più fastidiosi e molesti

6. Isolamento acustico pareti: Le cause più comuni del rumore
      6.1 Isolamento acustico pareti dal rumore aereo
         ◽ La posa dell'isolamento acustico di una parete confinante dai rumori aerei

      6.2 Come insonorizzare una parete dal rumore degli scarichi
      6.3 Come fare l'isolamento acustico delle pareti di casa dai vicini rumorosi
      6.4 Ponti acustici nell'isolamento acustico della parete confinante

7. Possibili soluzioni per l’insonorizzazione di una parete
      6.2 Pittura isolante per l'isolamento acustico delle pareti
         ◽ Idropittura acustica per l'isolamento acustico delle pareti

      6.3 Intonaco fonoassorbente per l'isolamento acustico delle pareti
      6.4 Cartongesso fonoassorbente/acustico per l'isolamento acustico delle pareti
      6.5 Lana di roccia e lana di vetro per l'isolamento acustico delle pareti
      6.6 Pannelli fonoassorbenti per l'isolamento acustico delle pareti
         ◽ Diamant phono per l'isolamento acustico delle pareti
            ▪ Diamant phono: come sono fatte le lastre per l'isolamento acustico delle pareti

      6.7 Piombo per l'isolamento acustico delle pareti

8. Le soluzioni migliori di isolamento acustico delle pareti
      8.1 Isolamento Acustico delle Pareti con la Soluzione Tranquillità superior
      8.2 Isolamento Acustico delle Pareti con la Soluzione Tranquillità superior+
      8.3 La legge fisica massa-molla-massa nell'isolamento acustico delle pareti

9. Come verificare l'isolamento acustico delle pareti di casa
      9.1 Stratigrafia non idonea e l'analisi dell'efficienza dei materiali per l'isolamento acustico delle pareti
      9.2 Materiali acustici (soluzioni con massa-molla-massa, soluzioni sandwich) per l'isolamento acustico delle pareti
      9.3 Registrazione audio/video misura fonometrica prima e dopo l'insonorizzazione della parete, con generatore di rumore rosa
      9.4 Registrazione audio/video di misura fonometrica prima e dopo l'insonorizzazione della parete con la Tecnica Vibraless®
      9.5 Registrazione audio/video di misura fonometrica prima e dopo l'insonorizzazione della parete con la Tecnica SuonoStop®
      9.6 Foto insonorizzazione parete

10. Gli svantaggi e gli effetti collaterali dell'isolamento acustico fai-da-te delle pareti

FAQ isolamento acustico pareti
      1. A lavoro finito dell’isolamento acustico della parete se la situazione del rumore è molto simile allo stato attuale c'è un rimborso?
      2. Per insonorizzare la parete che soluzione proponete?
      3. Con un minino spessore della parete da insonorizzare riesco ad ottenere buoni risultati o serve un pacchetto più ingombrante?
      4. La Sorgedil lavora per i privati?
      5. Posso usufruire della detrazione fiscale del 55% in 5 anni?
      6. Cosa mi garantisce che i vostri interventi di isolamento acustico delle pareti funzionino?
      7. L'I.V.A. che si paga per l'isolamento acustico delle pareti è al 10 o al 22%?
      8. Posso usufruire della detrazione fiscale del 50% per i lavori di insonorizzazione delle pareti?
      9. I materiali utilizzati per l’insonorizzazione delle pareti possono essere tossici o pericolosi?
      10. La lana di vetro è un buon isolante acustico?
      11. E' possibile eliminare i rumori provenienti dal tubo di scarico del bagno dei vicini?
      12. Il corretto isolamento acustico può essere eseguito da chiunque?
      13. Come faccio per insonorizzare una parete dal rumore dello sciacquone del vicino?
      14. Posso eliminare il rumore proveniente dalla stanza a fianco del mio vicino?
      15. Qual'è la differenza tra i Fonoassorbenti e i Fonoisolanti?
      16. Quanto costa insonorizzare le pareti di casa?
      17. Quanto costa insonorizzare una stanza per suonare?
      18. Quanto costa isolare una parete?
      19. Come isolare una stanza da tutte le altre stanze confinanti?
      20. Come eliminare i rumori provenienti da sotto il mio pavimento?
      21. Come eliminare il rumore proveniente dalla strada?
      22. Come eliminare il rumore del tubo di scarico dei vicini
      23. Come eliminare i rumori provenienti dall’appartamento di sopra

Recensioni e opinioni clienti
       Recensioni scritte isolamento acustico pareti
       Video recensioni isolamento acustico pareti
       Recensioni isolamento acustico pareti Trustpilot
       Recensioni isolamento acustico pareti Google

Contattaci ora


1. Funziona l’isolamento acustico delle pareti?


L’isolamento acustico delle pareti funziona? Come insonorizzare le pareti interne? Questi i quesiti che si pongono molte persone che intendono isolare acusticamente i propri spazi. L’insonorizzazione delle pareti interne diviene un importante intervento capace di migliorare notevolmente il comfort abitativo di chi si trova ad essere disturbato da rumori provenienti dall’esterno o dall’appartamento dei vicini. Anche una solo parete insonorizzata in alcune circostanze consente di migliorare notevolmente il comfort abitativo all’interno dei propri spazi.

Quello della insonorizzazione di una parete è un lavoro importante che non deve essere assolutamente sottovalutato. Molte persone infatti decidono di procedere con il fai da te o di affidarsi a dei consulenti non preparati: il risultato è purtroppo una condizione nella quale ci si trova a spendere soldi e non risolvere il problema del comfort abitativo compromesso a causa dei rumori.

Per ottenere un risultato di insonorizzazione delle pareti in grado di rispondere ai più elevati standard qualitativi è fondamentale affidarsi ad un consulente dotato di grande esperienza nel settore delle insonorizzazioni ed in grado di orientarvi verso la soluzione tecnica più adatta alle vostre esigenze tecniche specifiche e in linea con il budget che avete a disposizione.
Affidandovi allo staff Sorgedil avrete la certezza di realizzare nei vostri ambienti un lavoro a regola d’arte, altamente performante ed appositamente concepito per risolvere il problema dei fastidiosi rumori esterni o provenienti dalla casa dei vicini.

2. Quanto costa l’isolamento acustico delle pareti?


Se vuoi sapere subito quanto costa insonorizzare una parete di casa, fai un preventivo istantaneo, completamente gratuito, per l’isolamento acustico delle pareti di casa.
Se ti servono altre informazioni, scrivici una mail o compila il form di contatto: Sorgedil risponde a qualsiasi domanda e aiuta a progettare una soluzione per ogni problema di rumore.

PREVENTIVO ISTANTANEO INSONORIZZAZIONE PARETE

3. Come insonorizzare le pareti esterne


Prima parliamo di cosa vorremmo ottenere, perchè per il rumore aereo sappiamo che la finestra è il primo punto debole; se l’isolamento del serramento sarà molto elevato ( assai superiore ad Rw 40 in opera, come ad esempio ottenibile con il doppio serramento) allora potrebbe avere un senso anche intervenire sulla parete esterna, dove una soluzione simile a quella delle divisorie interne sarà veramente efficace.

4. Insonorizzare le pareti divisorie dai rumori che non ti fanno dormire


Se è vero che il rumore può influenzare le nostre emozioni e il nostro benessere, è vero a maggior ragione che quando i rumori si sentono di notte possono addirittura danneggiare il sistema nervoso: il continuo stress non permette al cervello di riposare e di rigenerarsi in un circolo vizioso pericoloso.

In presenza di molti rumori o di suoni molto intensi che impediscono di dormire, l’isolamento acustico delle pareti interne della camera da letto è l’unica soluzione per riposare e riuscire a rilassarsi.

L’insonorizzazione di una casa o di una stanza passa anche attraverso l’isolamento acustico del soffitto, l’isolamento acustico del pavimento e la sostituzione o raddoppio delle porte e delle finestre.

Com'è fatta una parete divisoria insonorizzata in cartongesso


L'isolamento acustico di una parete divisoria in cartongesso è costituita da:
A. Una struttura in metallo con montanti in acciaio zincato.
B. Le lastre in cartongesso.
D. Stucco in gesso per sigillare i giunti delle lastre e le teste delle viti. Le lastre vengono fi ssate sulla struttura in metallo con speciali viti usando un’avvitatore elettrico. La struttura metallica che crea lo scheletro all’interno è vuota e ci consente di inserire gli impianti e i pannelli d’isolante in materiale fibroso per l’isolamento termico ed acustico.
C. Eventuale isolamento acustico nell’intercapedine in Lana minerale (lana di vetro o lana di roccia o poliestere) schiume sintetiche (polistirene) o altro materiale naturale (fibra di legno, canapa, etc.).



I principali componenti di una parete insonorizzata a secco


        1. Lastra in cartongesso: come abbiamo detto le lastre in cartongesso sono lastre di gesso rivestito di uno speciale cartone e possono avere caratteristiche ideali a seconda dell’applicazione (zone esposte all’umidità es bagni e cucine, zone secche es camere e soggiorni, zone soggette al rischio d’incendio es magazzini , depositi e simili...).
        2. Isolante acustico in lana minerale: Lana di vetro o lana di roccia schiume sintetiche (polistirene) o altro materiale naturale (fi bra di legno, canapa, etc.). Per isolamento acustico o termico.
        3. Struttura metallica: Detta anche orditura che fa da sostegno, da struttura portante delle lastre.
        4. Reti impiantistiche: All’interno delle pareti vengono inseriti cavi elettrici, telefonici, etc.

Come viene realizzata la parete in cartongesso insonorizzata


Posa della struttura metallica per la realizzazione dell'isolamento acustico delle pareti:
      • Fissaggio di Guide a U a solaio e pavimento con tasselli (o biadesivo).
      • Inserimento dei montanti a C nelle Guide ad una distanza uno dall’altro non superiore ai 60 cm e verificare la verticalità.
      • Fissaggio dei montanti sull’ala delle guide tramite punzonature.

Posa dell’Isolamento acustico
      • I pannelli in lana minerale (Lana di roccia o di vetro) una volta estratti dalla confezione vengono tagliati con il taglierino a misura del passo dei montanti.
      • Si inseriscono i pannelli nell’ orditura infilati nella scanalatura dei montanti.

Fissaggio delle lastre di cartongesso nell'isolamento acustico delle pareti


1. Le lastre posano sulla struttura metallica.
2. Si fissano poi sull’ala dei montanti con Viti fosfatate autoperforanti ad interasse non superiore ai 25 cm.

3. La vite non deve essere troppo sul bordo e viene fissata con avvitatore elettrico.


Isolamento acustico pareti di casa: stuccatura dei giunti e della testa delle viti


1. Si prepara lo stucco in un secchio d’acqua pulita a mano usando una spatola.

2. Si preleva la quantità sufficiente e si stucca la testa delle viti e giunti delle lastre.
3. Per i giunti si deve adoperare un’armatura del giunto usando una rete in fibra di vetro.

Come insonorizzare le pareti divisorie interne


Si procedera alla stagnatura aerea, applicando in aderenza una speciale guaina adesiva (es. Index TopSilent) che interesserà anche la zona delle scatolette (questo per risolvere il problema della tenuta all’aria); si poseranno lungo tutto il perimetro delle apposite striscie antivibranti su cui appoggerà il telaio metallico di sostegno ( questo per limitare le trasmissioni lungo il bordo perimetrale della controparete); riempimento dell’intercapedine creata con un fonoassorbente che abbini alle caratteristiche acustiche la massima stabilità di prestazioni nel tempo ed assoluta sicurezza e salubrità (es. Fibra in Poliestere/Lana di vetro); rivestimento del telaio con lastre in cartongesso normali o speciali, in base al peso previsto con i calcoli progettuali (questo risolve il problema della poca massa, creando un sistema isolante sul principio massa/molla/massa, che è molto più efficace della massa pura); perfetta sigillatura di tutti i giunti.


N.B: Abbiamo qui ottenuto una ottima parete fonoisolante, ma il rumore che giungerà alle nostre orecchie passando dalle altre due pareti, dal pavimento e dal soffitto, non è stato interessato da tale intervento.


I segreti di come insonorizzare una parete divisoria di casa propria


Come insonorizzare una parete, ovvero le domande da porsi prima di iniziare qualsiasi lavoro per insonorizzare.

Insonorizzazione delle pareti di casa, trucchi e consigli


Per risolvere un problema di rumore si deve insonorizzare.
Si può scegliere per l’insonorizzazione di una sola parete, di due pareti o di tutta la stanza.

Ma ci sono due elementi che non possono mai mancare in un intervento di insonorizzazione efficace di un muro e sono:

  • l’annullamento di qualsiasi ponte acustico
  • la presenza di aria nelle intercapedini

Eliminare i ponti acustici è la prima cosa da fare per insonorizzare la parete


L’energia di un’onda sonora è una degli elementi più difficili da fermare e schermare in natura: questa energia è la componente del suono che gli permette di diffondersi, propagarsi e arrivare molto lontano dalla sua sorgente.

Il suono sfrutta qualsiasi elemento per accorciare le distanze da percorrere e per non farsi fermare.
Il rumore che viene da una stanza o da un locale adiacente impatta contro la parete esistente: una parte viene riflessa e torna verso la sua fonte, un’altra parte invece attraversa la parete inondandola di energia sonora. Questa energia si diffonde lungo tutta la superficie del muro, ne raggiunge i bordi, cerca di aggirarne i confini incanalandosi lungo il pavimento, lungo le pareti laterali.

Il primo segreto di un’insonorizzazione che funziona è impedire a questa energia di propagarsi. La nuova parete va disaccoppiata da quella esistente: le due pareti non dovrebbero mai e poi mai toccarsi: solo così si elimina ogni ponte acustico e ogni via di fuga delle onde sonore.


Attaccare alla parete esistente il materiale fonoassorbente e fonoisolante non serve a nulla se la parete non viene svincolata dalla struttura esistente.


Sorgedil crea una nuova controparete che ha una struttura di metallo che la sostiene e procede ad isolare acusticamente tutti i punti di contatto di questa nuova controparete con la parete esistente, con le pareti laterali, con il soffitto e con il pavimento.
Solo così si può star certi di schermare le onde sonore che non si vogliono più sentire.

Lasciare una camera d’aria tra la parete divisoria esistente e la nuova controparete per un buon isolamento acustico delle pareti


Riempire la nuova controparete di membrane e pannelli fonoassorbenti, fonoisolanti e antivibranti a seconda del rumore da schermare è il passo successivo.

Ma per un risultato di isolamento acustico davvero efficace non basta. Bisogna lasciare una camera d’aria: uno spazio vuoto tra la parete esistente e la nuova controparete perchè l’aria aiuta a disperdere, dissipare ed indebolire le onde sonore prima che impattino contro i materiali aggiunti.




Cose da NON fare mai: Insonorizzare una parete con del materiale appiccicato


Ora vediamo perché non conviene (quasi) mai insonorizzare una parete (o il soffitto) applicando direttamente un materiale fonoisolante; in questo caso insonorizzare è governato dalla più importante legge fisica per l’acustica, che si chiama “legge della massa”.

In maniera molto semplificata questa legge ci dice che ogni volta che il peso della nostra parete divisoria raddoppia, si ottiene un'insonorizzazione migliore di circa 6 dB; a questo punto risulta ovvio che per raddoppiare il peso di una parete o di un soffitto non servirà a nulla incollare direttamente lastre di qualsiasi materiale (anche il piombo con i suoi 12 Kg al millimetro può poco su strutture murarie che pesano sempre almeno 100/200 Kg ).

È il vicino che disturba chi deve pagare l’isolamento acustico della parete confinante?


Ce lo chiedono in molti: davvero è chi disturba che deve pagare l’insonorizzazione?
No, a dire il vero non esiste nessuna prescrizione normativa in proposito.

Il buon senso dice che se qualcuno ha abitudini particolari, fa sempre molto tardi la sera, canta o suona uno strumento per esercitarsi o per lavoro, farebbe bene a muoversi per primo per insonorizzare la propria casa ed alleggerire i vicini. Ma non è un obbligo normativo.

Il più delle volte, infatti, a meno che il rumore non sia insopportabile e non sia sanzionabile o condannabile, è chi viene disturbato che prende la decisione di insonorizzare le proprie pareti.
E così facendo sceglie per il meglio perché fa un passo importante verso il benessere acustico suo e della sua famiglia, senza dimenticare che un intervento edile, come insonorizzare le pareti di casa, accresce di molto il valore economico della casa e dell’appartamento che, al contrario, si abbassa in modo rilevante quando ci sono problemi di rumorosità eccessiva.

Isolamento acustico parete confinante tra appartamenti


L’esperienza quotidiana di chi vive in appartamenti o case a schiera aventi pareti divisorie in comune con altre unità dimostra come uno dei problemi più lamentati sia il disagio provocato dai rumori attraverso le partizioni verticali.

Il DPCM 5.12.97 prescrive che tutte le partizioni verticali tra ambienti abitabili di distinte unità immobiliari debbano essere dimensionate per raggiungere (in opera) un potere fonoisolante apparente di almeno 50 dB. Fanno eccezione solo le partizioni di edifici adibiti a ospedali, cliniche, case di cura e assimilabili, per i quali vige il limite di 55 dB.

È ormai comunemente condiviso il fatto che il limite di 50 dB è tutt’altro che un limite di comfort. Infatti, accade spesso che, a pesanti lamentele circa l’isolamento acustico di partizioni verticali, corrisponda invece il pieno rispetto dei limiti di norma, quando si proceda alla verifica strumentale in opera.

Tali esperienze dovrebbero imporre di procedere sempre a rilievi fonometrici prima di esprimere qualsiasi giudizio tecnico in merito al grado di isolamento acustico di una partizione.
D’altra parte, esiste ormai una casistica consolidata di situazioni nelle quali le lamentele dei fruitori degli immobili sono ben giustificate. In particolare tratteremo qui due differenti problematiche definibili come cause principali dell’insufficiente isolamento acustico di pareti e mostreremo come è possibile affrontare la loro bonifica acustica.

Come si fa l'isolamento acustico delle pareti di casa confinanti con i vicini rumorosi


L'isolamento acustico delle pareti sarà svincolata dal muro esistente e realizzata con la posa a pavimento ed a soffitto di un profilo in acciaio zincato sezione U da mm 50 senza punti di ancoraggio alla parete esistente; qualsiasi punto di contatto del solo profilo con le strutture murarie avverrà con interposizione di un speciale nastro antivibrante; in verticale con un passo di 600 mm verranno disposti dei profili in acciaio sezione H da mm 50; l’intercapedine tra i profili metallici sarà riempita con materiale fonoassorbente ad alta prestazione (spessore 7 cm) ; sarà poi completato il rivestimento con DUE lastre in cartongesso accoppiata su di un lato con una massa fonoisolante e antivibrante in gomma spessore 15 mm; sigillatura e rasatura dei punti di giunzione con idoneo nastro coprigiunto e stucco; parete pronta a ricevere le normali finiture ( a vs. carico).

L'isolamento acustico delle pareti da spesso ottimi risultati. Bisogna però considerare la perdita di isolamento acustico lunghe le superfici laterali. L'isolamento acustico dai rumori aerei da noi ottenuto è sempre ottimo, il rumore di tipo meccanico (calpestio) aggirerà in parte il nostro isolamento acustico.

Isolamento acustico pareti di casa e isolamento termico


Il calore che produciamo nella nostra abitazione viene via, via disperso dalle varie parti della casa in misura maggiore o minore a secondo dei materiali, delle strutture, dei componenti, etc... Mediamente si può valutare che dalle murature esterne si disperda, in percentuale, il 35 % del calore prodotto, dal tetto il 25% etc. Ogni abitazione ha comunque caratteristiche diverse ed occorre cercare di individuare quali sono i punti principali (tetti, solai, porte, finestre, murature, etc.) in cui avvengono le maggiori dispersioni e valutare i costi degli interventi e relativi benefici e vantaggi.

Tra le varie soluzioni di isolamento acustico, per quanto riguarda soffitti e murature, una delle più convenienti e pratiche è sicuramente il cartongesso. Infatti applicando una lastra in cartongesso da 12,5 ad un materassino in materiale fibroso da 40 mm ad un muro in laterizio forato da 25 cm già intonacato da entrambi i lati si ottiene un notevole miglioramento della resistenza termica delle nostre murature passando da 0.673 m2 K/W a 1.983 m2 K/W.
Anche per l'isolamento acustico dei soffitti il vantaggio in termini di resistenza termica è rilevante (un controsoffitto realizzato con il sistema D112, pendinato (sospeso)ad una soletta laterocementizia (20+4 cm) con interposto materassino in lana minerale da 40 mm porta da 0.77 m2K/W a 1,862 m2 K/W).


Isolamento acustico pareti di casa: comportamento acustico


Alternando ad elementi massivi un elemento smorzante (pannello in lana di roccia) si sfrutta il principio “massa-molla-massa” che garantisce elevate prestazioni in termini di isolamento acustico delle pareti di casa. Si raccomanda la massima cura nell’installazione dell'isolamento acustico. E’ utile procedere al raddoppio delle lastre esterne, con il secondo strato sfalsato rispetto al primo. L'impiego di una parete realizzata in aderenza ad una partizione già esistente permette di incrementare il potere di isolamento acustico dell'intero sistema.


Isolamento acustico pareti di casa: comportamento acustico


Alternando ad elementi massivi un elemento smorzante (pannello in lana di roccia) si sfrutta il principio “massa-molla-massa” che garantisce elevate prestazioni in termini di isolamento acustico delle pareti di casa. Si raccomanda la massima cura nell’installazione dell'isolamento acustico. E’ utile procedere al raddoppio delle lastre esterne, con il secondo strato sfalsato rispetto al primo. L'impiego di una parete realizzata in aderenza ad una partizione già esistente permette di incrementare il potere di isolamento acustico dell'intero sistema.

Se le case e gli appartamenti hanno pareti divisorie interne troppo sottili come insonorizzare?


Le pareti che separano alcuni appartamenti sono talmente sottili che si può dire siano di carta velina: esistono delle leggi che regolano i requisiti acustici degli edifici, ma è vero anche
che molti condomini sono stati costruiti prima che fosse approvata la normativa e che, spesso, questo effetto di permeabilità al suono è il risultato dell’uso di materiali scadenti o non adatti allo scopo.

Realizzazione dell'isolamento acustico della parete confinante tra appartamenti


La controparete fonoisolante sarà svincolata dal muro esistente e realizzata con la posa a pavimento ed a soffitto di un profilo in acciaio zincato sezione U da mm 50 senza punti di ancoraggio alla parete esistente; qualsiasi punto di contatto del solo profilo con le strutture murarie avverrà con interposizione di un speciale nastro antivibrante; in verticale con un passo di 600 mm verranno disposti dei profili in acciaio sezione H da mm 50; l’intercapedine tra i profili metallici sarà riempita con materiale fonoassorbente ad alta prestazione (spessore 7 cm) ; sarà poi completato il rivestimento con DUE lastre in cartongesso accoppiata su di un lato con una massa fonoisolante e antivibrante in gomma spessore 15 mm; sigillatura e rasatura dei punti di giunzione con idoneo nastro coprigiunto e stucco; parete pronta a ricevere le normali finiture ( a vs. carico).

L'isolamento acustico di una parete da spesso ottimi risultati. Bisogna però considerare la perdita di isolamento acustico lunghe le superfici laterali. L'isolamento acustico dai rumori aerei da noi ottenuto è sempre ottimo, il rumore di tipo meccanico (calpestio) aggirerà in parte il nostro isolamento.

Descrizione intervento di insonorizzazione delle pareti confinanti con i vicini rumorosi


L'insonorizzazione della parete sarà svincolata dal muro esistente e realizzata con la posa a pavimento ed a soffitto di un profilo in acciaio zincato sezione U da mm 50 senza punti di ancoraggio alla parete esistente; qualsiasi punto di contatto del solo profilo con le strutture murarie avverrà con interposizione di un speciale nastro antivibrante; in verticale con un passo di 600 mm verranno disposti dei profili in acciaio sezione H da mm 50; l’intercapedine tra i profili metallici sarà riempita con materiale fonoassorbente ad alta prestazione (spessore 7 cm); sarà poi completato il rivestimento con DUE lastre in cartongesso accoppiata su di un lato con una massa fonoisolante e antivibrante in gomma spessore 15 mm; sigillatura e rasatura dei punti di giunzione con idoneo nastro coprigiunto e stucco.

L'isolamento acustico di una parete di casa da spesso ottimi risultati.
Bisogna però considerare la perdita dell'insonorizzazione lungo le superfici laterali. L'insonorizzazione della parete dai rumori aerei da noi ottenuto è sempre ottimo, il rumore di tipo meccanico (calpestio) aggirerà in parte l'insonorizzazione.

5. Insonorizzazione delle pareti di casa dai rumori più fastidiosi e molesti


Sappiamo, ormai, che i rumori che disturbano maggiormente nelle nostre case sono: il rumore del traffico, le voci e le urla dei vicini, l’aspirapolvere e il phon nella stanza adiacente, i passi e i salti al piano di sopra, la ferrovia, gli impianti di condizionamento e l’ascensore.

Ci sono però altri tipi di rumori fastidiosi che generano malessere, insonnia e sono alla base delle migliaia di liti e cause con i vicini: i bambini che piangono o strillano, il pianoforte suonato in condominio, i vicini maleducati che
tengono la televisione troppo alta o hanno un Home Theater, che russano di notte o urlano nei momenti di intimità o trascinano sedie e giocattoli, il rumore degli scarichi, delle tubature o della caldaia ma anche la confusione del bar sotto casa, il tram, ecc..

6. Isolamento acustico pareti: Le cause più comuni del rumore


Per prima cosa dovremo capire da che tipo di rumore si deve insonorizzare la parete: la grande distinzione che ogni tecnico farà subito è quella tra rumore aereo e rumore strutturale.
Nel primo caso, il rumore aereo da cui deve essere insonorizzata la parete, viene prodotto da una sorgente ed irradiato immediatamente attraverso l’aria circostante, ad esempio la voce che dalla bocca si diffonde nell’aria.
Il rumore strutturale da cui deve essere insonorizzata la parete è invece trasmesso direttamente ad una struttura solida sotto forma di vibrazione, come ad esempio un martello o un tacco che colpiscono il pavimento, oppure il piedino di una lavatrice o il tubo di uno scarico dell’acqua che vibrando trasmetteranno direttamente la loro energia alla muratura.

Il rumore aereo da cui si deve insonorizzare una parete, si espanderà in tutto lo spazio che trova libero fino ad incontrare la parete divisoria (o il soffitto), dove urterà delle superfici rigide che in parte lo rifletteranno ed in parte lo assorbiranno trasformandosi in vibrazione, che una volta attraversato tutto il muro ridiventerà rumore aereo, per poi arrivare all’ascoltatore.
Per insonorizzare la parete; deve quindi intervenire su uno di questi tre percorsi, l’aria prima del muro – il muro stesso – l’aria dopo il muro; la controparete e il controsoffitto dovranno quindi lavorare in collaborazione con la parete divisoria esistente per ottenere un insonorizzazione efficace.


Isolamento acustico pareti dal rumore aereo

(pannelli fonoisolanti per pareti, insonorizzazione parete esistente, consigli e accorgimenti pratici, la legge di massa, isolamento acustico delle facciate)

Parliamo di isolamento acustico dal rumore aereo nelle nostre case, ovvero quel suono che viene prodotto direttamente nell’aria e che giunge alle ns. orecchie attraversando altra aria (radio e televisore, persone che parlano, l’aspirapolvere, alcuni strumenti musicali); molti di questi rumori prima di giungere a noi incontrano un ostacolo solido che può essere una parete, un soffitto, una finestra ecc , che un poco ci “proteggeranno” da questi disturbi. Come fare affinchè le strutture delle nostre case ci isolino meglio:

quali sono sono i principali problemi da risolvere per migliorare la tenuta acustica di una parete al rumore aereo?

Il primo problema è la poca massa superficiale (il peso al metroquadro), perchè vi sono molte abitazioni che hanno strutture divisorie assai leggere, mentre la principale legge fisica per un buon isolamento acustico ( Legge della Massa) ci dice che una struttura pesante fermerà il suono molto più di una struttura leggera; quindi dobbiamo aumentare il peso della ns. ipotetica parete divisoria; purtroppo non è così semplice, perchè la stessa Legge della Massa ci dice anche che ogni volta che raddoppiamo il peso della struttura andiamo a migliorare di circa 6 dB, ma purtroppo un’altra legge di acustica ci dice anche che per ottenere un dimezzamento del disturbo dovremmo migliorare di almeno 10 dB e quindi non basterà raddoppiare ma occorrerebbe  quadruplicare il peso per arrivare a circa 12 dB di miglioramento; ma questo purtroppo non si può fare perchè la casa crollerebbe per l’eccessivo peso ( vedremo più avanti come è stato risolto questo problema).

Il secondo problema, che spesso è trascurato anche da aziende e artigiani “parzialmente competenti in acustica”, è quello della tenuta all’aria; dove vi è un passaggio di aria vi sarà passaggio di suono, quindi è molto importante rendere stagne le superfici da insonorizzare; è facile capire che in un serramento non basterà sostituire i vetri per avere un buon isolamento acustico, ma tutti i più piccoli “spifferi” delle guarnizioni e anche la tenuta tra serramento e telaio perimetrale, o tra telaio e muratura, saranno da evitare, pertanto l’isolamento acustico delle facciate dipenderà molto più dalla corretta posa dei serramenti che dalla scelta dei migliori materiali per le murature e le vetrate; ma anche le pareti divisorie che spesso presentano piccole fessurazioni negli intonaci, tracce e buchi per gli impianti ( pensate alle scatolette elettriche, alcune volte togliendole ci è capitato di vedere la scatoletta del vicino o la luce dall’altra parte), dove andando a renderle stagne non otterremo un grande guadagno ma più correttamente una “non perdita” in termini acustici.

Il terzo e più importante problema, quello che solo le aziende competenti e serie Vi spiegheranno bene, viene dai percorsi laterali; il suono che giunge alle ns. orecchie percorrerà tutti i percorsi possibili e non solo quello attraverso il tramezzo insonorizzato; quindi la parete “perfetta” che teoricamente potesse abbattere tutto il suono presente dall’altro lato, in realtà sarà aggirata dal suono lungo le due pareti laterali + il pavimento + il soffitto + (un pochino)
anche dalla parete opposta. Questo fenomeno è importante nel rumore di tipo aereo, ma è addiruttura fondamentale per un buon isolamento acustico di rumori da impatto o vibrazione perchè se trascurato produce delle perdite di isolamento talmente elevate da annullare ogni tipo di risultato ottenuto, ( il tipico esempio sono i rumori da calpestio risolti poco o per nulla dai pavimenti galleggianti o dai controsoffitti mal progettati).

La posa dell'isolamento acustico di una parete confinante dai rumori aerei


In questa breve descrizione abbiamo lasciata per ultima la posa di come insonorizzare la parete, che invece diventa spesso il fattore più importante; nella nostra più che ventennale esperienza ci è capitato spesso di intervenire per insonorizzare ambienti insonorizzati male, nei quali erano utilizzate ottime soluzioni e materiali, ma che installate da incompetenti avevano ottenuto risultati insoddisfacenti.

L’errore più frequente che incontriamo nel insonorizzare una parete, è il mancato disaccoppiamento delle strutture, questo significa che la vibrazione sonora da insonorizzare non dovrebbe mai arrivare alla struttura fonoisolante, dove invece noi di Sorgedil utilizziamo degli appositi materiali antivibranti e isolanti.
Alcune volte invece vengono inserite sulle pareti delle scatolette elettriche che sono dei veri e propri “buchi” nell’insonorizzazione, dove invece occorrono molte precauzioni per una corretta schermatura.




Come insonorizzare una parete dal rumore degli scarichi


Un caso particolare riguarda l'insonorizzazione della parete dal rumore introdotto dagli scarichi d’acqua; qui la componente di vibrazione viene trasmessa direttamente da una tubazione alla parete in muratura, che si comporterà quindi come una pelle di tamburo riproducendo ed amplificando tale vibrazione in casa vostra.

La soluzione per insonorizzare le pareti tecnicamente più corretta consisterebbe nel portare a vista tutta la tubazione, rivestirla con apposita guaina o coppella isolante, staccare tutti i giunti o sostegni rigidi tra tubo e pareti e sostituirli con giunti elastici, riempire le intercapedini vuote con materiale fonoassorbente, tutto ciò con dei tempi e dei costi non indifferenti.
Per evitare questo complesso lavoro abbiamo collaudato una tecnica del tutto innovativa per insonorizzare: Vibraless® che consiste nell’incollare uno speciale pannello “smorzante”, che riduce la vibrazione della parete, abbinato alla nostra controparete svincolata per insonorizzare le pareti con migliori prestazioni.

Come fare l'isolamento acustico delle pareti di casa dai vicini rumorosi


Anche per l’isolamento acustico delle pareti di casa occorre tener conto di diversi fattori quali: naturalmente la posizione dell’abitazione, la provenienza delle fonti di rumore, il valore dei rumori ,etc. valutare le varie parti dell’abitazione (tipi di pareti, il cassonetto degli avvolgibili, i serramenti, le tubazioni, etc.) e quali possono essere le possibili soluzioni che fanno al caso nostro.

Il cartongesso è ideale per l'isolamento acustico delle pareti e non solo; in quanto le pareti in cartongesso (dette anche sistemi leggeri) possono raggiungere valori notevoli di potere fonoisolante. Sono infatti molte le applicazioni dei sistemi leggeri in alberghi, sale cinematografiche, teatri ed ambienti in genere dove è richiesto un ottimo comfort acustico. Il potere fonoisolante si misura in dB (decibel).

Una normale parete divisoria in mattoni forati da 10 cm ha mediamente un potere fonoisolante di 35.5 dB.
Ad esempio con una parete in mattoni forati da 10 cm potere fonoisolante 35.5 dB accoppiata ad una lastra in cartongesso di spessore 10 mm ed un materassino in lana di vetro da 50mm si ottiene un potere fonoisolante di 57 dB.

Ponti acustici nell'isolamento acustico della parete confinante


Le esperienze sue sposte non dovrebbero indurre a conclusioni affrettate circa la facilità di incrementare il potere fonoisolante apparente di una parete divisoria. Numerosi sono, infatti, i casi nei quali lo scarso isolamento acustico di partizioni è dovuto non alla prestazione della parete in sé, ma alla presenza di più o meno evidenti percorsi di trasmissione laterale. È tipico il caso delle pareti che dividono ambienti aventi copertura in legno, tra i quali spesso i fruitori non solo segnalano la trasmissione di rumori, ma anche di odori provenienti dai vani abitati. In questa situazione, la misura del potere fonoisolante apparente può fornire risultati ampiamente non a norma (anche dell’ordine di 35 dB) per pareti che, in altre condizioni al contorno, possono presentare prestazioni molto superiori al limite di norma, come, per esempio, le pareti in cartongesso a doppia struttura, per le quali può essere corretto aspettarsi valori di potere fonoisolante apparente dell’ordine di 60 dB o superiori. Spesso, però, l’eliminazione del ponte acustico non è di facile attuazione. Infatti, in sede di rilievo fonometrico per la misura del potere fonoisolante apparente con strumentazione standard e secondo le modalità previste dalle norme della serie UNI EN ISO 140, si valuta la «prestazione media» della partizione. In queste condizioni è possibile individuare esclusivamente i ponti acustici macroscopici, l’eliminazione dei quali è spesso facilmente attuabile con interventi che ostacolano i percorsi di comunicazione diretta.

Più interessanti e più difficili da accertare sono invece i ponti acustici non macroscopici, parimenti nocivi, i quali possono essere individuati e analizzati con precisione con l’impiego della sofisticata tecnica dell’intensimetria. Tale tecnica consente di determinare non solo la grandezza scalare della pressione sonora trasmessa, ma ne permette anche la mappatura vettoriale. In altri termini, l’analisi intensimetrica consente di studiare punto per punto la distribuzione del rumore trasmesso attraverso una partizione, potendo così individuare la presenza di fori, aperture, tracce di impianti e anomalie locali delle membrature e dei nodi costruttivi.

L’esperienza su moltissimi casi reali dimostra che interventi tecnicamente ordinari e economicamente non impegnativi consentono di incrementare notevolmente il potere fonoisolante apparente delle partizioni verticali, fatti salvi alcuni dettagli costruttivi che, come generalmente accade, rappresentano il discrimine tra buoni e pessimi risultati. Tuttavia, la stessa esperienza consiglia di procedere sempre a un rilievo fonometrico preliminare finalizzato alla puntuale comprensione dello stato di fatto dei luoghi. Solo un’analisi strumentale preliminare, più o meno approfondita e sofisticata a seconda dei casi, consente di individuare l’esatta natura del disagio lamentato, evitando azioni che potrebbero risultare costose e/o inutili. Innumerevoli sono, infatti, da un lato, i casi di situazioni risolte efficacemente con un investimento irrisorio o, dall’altro, di
interventi disagevoli ed economicamente importanti che semplicemente non hanno generato alcuna modifica delle condizioni iniziali.




7. Possibili soluzioni per l’insonorizzazione di una parete


Come insonorizzare le pareti? Per operare l’insonorizzazione di una parete è oggi possibile scegliere tra diverse tecniche, ognuna caratterizzata dalle proprie peculiarità. Affidarsi ad un consulente serio ed affidabile per l’insonorizzazione dei propri ambienti, significa individuare la tecnica più adatta alle proprie esigenze, in grado di garantirci il risultato che ci aspettiamo.
Come insonorizzare le pareti di casa? Vediamo nei paragrafi seguenti le possibili soluzioni di insonorizzazione offerteci dalle più moderne tecnologie.

Pittura isolante per l'isolamento acustico delle pareti


Sul mercato è oggi possibile acquistare moltissimi prodotti di pittura isolante: trattasi di una pittura composta da microsfere in ceramica e da resine che conferiscono al prodotto la capacità di isolamento termico e di riflesso dai raggi infrarossi.
La pittura isolante può essere utilizzata sia per effettuare la tinteggiatura di uno spazio interno che per dipingere gli spazi esterni. Questa tipologia di pittura è in grado di agire direttamente sulla conduttività dei materiali, migliorando conseguentemente il potere isolante di uno spazio interno.

Sul mercato è possibile reperire degli ottimi prodotti che sono in grado di riflettere fino al 90 per cento dei raggi infrarossi; questi ultimi rappresentano la causa principale di riscaldamento all’interno di un’abitazione.

Le tinture termiche applicate sulle pareti interne di uno spazio sono inoltre in grado di proteggere la muratura dall’azione dell’umidità; per questa ragione le pitture isolanti vengono consigliate dagli specialisti del settore edilizio per quegli spazi nei quali tende a formarsi la condensa.
I benefici di una pittura isolante di qualità sono reali, ma solo per quanto riguarda l’aspetto della coibentazione climatica. Vediamo nel paragrafo seguente un tipo di pittura in grado di vantare proprietà insonorizzanti.

Idropittura acustica per l'isolamento acustico delle pareti


L’idropittura acustica è un prodotto a base d’acqua particolarmente consigliato per l’insonorizzazione acustica degli spazi. Solitamente queste pitture sono altamente coprenti e non si rende necessario stendere una seconda mano di colore sulla superficie della parete.

Vi sono idropitture acustiche in grado di proteggere in modo efficace le pareti e le superfici in legno sulle quali il colore viene applicato.

Intonaco fonoassorbente per l'isolamento acustico delle pareti


L’intonaco fonoassorbente è un particolare intonaco premiscelato e caratterizzato da un discreto potere fonoisolante; perché l’intonaco fonoassorbente sia davvero efficace, il prodotto deve necessariamente avere i seguenti requisiti:
- Essere in grado di assorbire almeno la percentuale del 70 per cento dell’onda sonora;
- Essere capace di garantire la massima traspirabilità;
- Essere dotato di una resistenza all’azione delle fiamme di classe 1
- Essere totalmente ecologico;
- Essere di facile applicazione e lavorabile.
Gli intonaci fonoassorbenti vengono generalmente utilizzati nel segmento delle ristrutturazioni edilizie per garantire prestazioni acustiche migliori all’involucro edilizio e in ogni unità abitativa. Sempre per quanto riguarda il campo di utilizzo degli intonaci fonoassorbenti, questi ultimi vengono impiegati per la realizzazione di rivestimenti interni parietali e per operare l’isolamento acustico delle facciate degli stabili e delle tramezzature divisorie.

Cartongesso fonoassorbente/acustico per l'isolamento acustico delle pareti


Altra soluzione di insonorizzazione operata comunemente negli ambienti domestici è rappresentata dai prodotti per l’isolamento acustico in cartongesso accoppiati con materiale isolante acustico o fonoassorbente; questi ultimi, con l’ausilio di partizioni leggere sono in grado di garantire elevate prestazioni fonoisolanti ed essere pertanto utilizzati per l’insonorizzazione di una parete o del soffitto.
Grazie agli accoppiati in cartongesso è possibile raggiungere elevati standard di isolamento acustico, nel pieno rispetto delle normative vigenti. Oggi i prodotti accoppiati in cartongesso disponibili in commercio possono prevedere diversi tipi di abbinamenti con mescole massive di materiali con caratteristiche fonoassorbenti e allo stesso tempo antivibranti.

Lana di roccia e lana di vetro per l'isolamento acustico delle pareti


Lana di roccia e lana di vetro rappresentano degli ottimi materiali utilizzati frequentemente per l’isolamento termico e l’insonorizzazione degli ambienti.
La lana di roccia è un materiale naturale inorganico che ha origine direttamente dalla roccia. Grazie alla sua particolare struttura a celle aperte questo materiale è dotato di grandi proprietà termoisolanti, garantendo di fatto l’impossibilità del passaggio attraverso la sua superficie di caldo e di freddo. Al contempo il materiale risulta il perfetto alleato per arrestare le onde acustiche, rivelandosi complessivamente un ottimo fonoassorbente.

Una delle proprietà più importanti della lana di roccia è rappresentata dalla sua capacità di non assorbire acqua ed umidità in particolare. La lana di roccia non teme inoltre l’attacco di muffe e dimostra sorprendenti capacità nel contrastare gli incendi, rallentando in modo importante la propagazione delle fiamme. Quest’ultima caratteristica è conferita al materiale dalla sua elevata temperatura di fusione che supera i 1000 gradi.

Da ultimo, a favorire l’impiego della lana di roccia vi è la sua eco compatibilità: il risparmio energetico che deriva dall’utilizzo della lana di roccia è superiore di ben 100 volte all’energia necessaria per la sua installazione.
La lana di vetro è invece un materiale ottenuto dalla lavorazione di vetro in gran parte riciclato e di sabbia. I due prodotti vengono mescolati con una resina naturale di origine vegetale ed infine pressati.

Generalmente la lana di vetro si presenta in commercio sotto forma di pannelli isolanti oppure viene venduta in rotoli. Questo materiale viene oggi principalmente utilizzato per la realizzazione di feltri termoisolanti, capaci di vantare importanti proprietà.
La lana di vetro è un materiale ignifugo che esattamente come la lana di roccia è capace di resistere ai liquidi e all’azione dell’umidità. Per tale ragione questo materiale è un ottimo isolante termico e al contempo acustico. Altra proprietà del materiale in comune con la lana di roccia è la sua capacità di resistere all’azione delle muffe.

Pannelli fonoassorbenti per l'isolamento acustico delle pareti


I pannelli fonoassorbenti sono prodotti appositamente realizzati per isolare acusticamente un ambiente. La differenza principale tra i pannelli fonoassorbenti e i pannelli fonoisolanti è che questi ultimi sono caratterizzati da una struttura costituita da materiali che presentano un elevato peso specifico, come ad esempio il piombo. I pannelli fonoisolanti vengono racchiusi all’interno delle strutture fonoassorbenti.

I pannelli fonoassorbenti vengono invece interamente realizzati con l’ausilio di materiali fonoassorbenti. Questi pannelli hanno la funzione di limitare il naturale riverbero del suono, nel contesto di ambienti chiusi. Negli spazi che confinano con l’ambiente isolato, il suono verrà percepito come maggiore di quello che in realtà sarà prodotto; ovviamente tutto dipenderà dall’altezza delle pareti, dalla grandezza del locale e dalla tipologia di materiale con il quale vengono realizzati i pannelli fonoassorbenti.
Oggi giorno le applicazioni dei pannelli fonoassorbenti sono numerose. I pannelli fonoassorbenti possono infatti essere installati su pareti, pavimenti e tetti.

Diamant phono per l'isolamento acustico delle pareti


Le lastre diamant phono sono prodotti in grado di garantire elevati standard di insonorizzazione, grazie ad un miglioramento delle prestazioni acustiche di murature e solai. Una volta applicate alle superfici, queste lastre operano un’azione di barriera contro il rumore.

Caratteristica importante delle lastre diamant phono è la loro grande facilità di posa, unitamente alla totale assenza di polveri e alla possibilità di installare questi prodotti anche con l’ausilio di incollaggio.
Una lastra diamant phono può avere uno spessore variabile ed una densità differenziata, in grado di migliorare ulteriormente le elevate prestazioni di isolamento acustico e la sua capacità di essere lavorata con fresatura, taglio, fissaggio ed altre tipologie di lavorazioni.

Diamant phono: come sono fatte le lastre per l'isolamento acustico delle pareti


Le lastre diamant phono sono una nuova gamma di lastre in grado di garantire elevati standard di insonorizzazione. Questi prodotti sono realizzasti con l’ausilio di materiale riciclato, in fibra di poliestere tessile incrociato.

Piombo per l'isolamento acustico delle pareti


Il piombo multistrato viene oggi impiegato come isolante acustico. Solitamente più lamine di piombo vengono accoppiate con una serie di materiali espansi, quali ad esempio il polietilene o il poliuretano.
In commercio è inoltre disponibile la gomma piombo: a volte questo materiale si rivela un prodotto particolarmente efficace per un intervento di insonorizzazione poco ingombrante e poco impattante da un punto di vista estetico.

La gomma piombo è una sorta di barriera fonoisolante elastica, realizzata con l’ausilio di una mescola di polimeri, di poliolefinici e di cariche minerali. Queste ultime in particolare sono in grado di conferire al prodotto una massa importante ed un elevato potere fonoassorbente.
La gomma piombo è inoltre un materiale ecologico e totalmente privo di piombo: il nome rimanda al piombo semplicemente per le sue elevate prestazioni termoisolanti.




8. Le soluzioni migliori di isolamento acustico delle pareti


L’acustica insegna che per insonorizzare adeguatamente una parete divisoria dai rumori che vengono dall’esterno o da una stanza adiacente, non basta appiccicare del materiale per l'isolamento acustico alla parete esistente. Non basta far aderire pannelli fonoassorbenti e fonoisolanti al muro e coprirli con del cartongesso!
Perché le onde sonore hanno una componente di energia che cerca sempre e continuamente delle strade alternative, aggira gli ostacoli, sfrutta la presenza di prese elettriche, tubi di scarico, ecc.. per propagarsi da qualche altra parte e in luoghi inaspettati.

Per decidere come insonorizzare le pareti interne della tua casa, bisogna aver chiaro il rumore da cui ci si vuole difendere perché non tutte le soluzioni sono adatte per isolare una parete da qualsiasi rumore.


Isolamento Acustico delle Pareti con la Soluzione Tranquillità superior


La prima soluzione è Tranquillità superior: è la soluzione per insonorizzare più collaudata e specifica per i rumori come le voci, le urla, la musica, la televisione, l’aspirapolvere, il traffico, le voci e le chiacchere dalle scale, dalla strada, dal bar sotto casa. È risolutiva per questo tipo di rumori e cancella il problema velocemente.

La nostra soluzione più collaudata e consigliata per l'insonorizzazione della parete di casa dai rumori di tipo aereo (voci, tv, radio e Home Theater, ecc.), che abbiamo testato in opera in moltissimi casi brillantemente risolti; con soli 9,5 cm di spessore complessivo avremo una intercapedine con funzione di molla da 6 cm ed un rivestimento con doppia lastra accoppiata con massa antivibrante in gomma speciale, montati su telaio svincolato con gomma antivibrante; intercapedine con materiale fonoassorbente ad alta prestazione da 7 cm.


Questa soluzione di isolamento acustico la consigliamo negli appartamenti e nelle villette a schiera: si interviene sulla parete più vicina alla fonte di rumore e la si insonorizza. Adottando l’esclusiva tecnica SuonoStop® si costruisce una nuova parete perfettamente disaccoppiata e svincolata dalla precedente.

A seconda della disponibilità di spazio e della presenza o meno di porte, finestre o armadi cui garantire un certo agio, si crea una controparete di dimensioni variabili. Una struttura metallica che viene, poi, riempita di materiali acustici, pannelli fonoassorbenti e fonoisolanti e di speciali lastre antivibranti ad effetto barriera coperta, infine, con lastre di cartongesso.

Il tutto con uno spessore minimo di 5,5 cm e massimo di 9,5 cm, a seconda della disponibilità e della natura e intensità del rumore da schermare.


Isolamento Acustico delle Pareti con la Soluzione Tranquillità superior+


La seconda soluzione è Tranquillità superior+ che è quanto di meglio esista per il trattamento e l'isolamento acustico dalle vibrazioni. Stiamo parlando della componente più meccanica del suono, la parte più difficile da trattare. La nostra soluzione è risolutiva per i rumori degli scarichi, dei wc e delle tubature dell'acqua calda o fredda.

La nostra soluzione per l'isolamento acustico delle pareti, specifica per rumori di scarichi; con lo spessore finito di almeno 10 cm sarà incollata una speciale lastra antivibrante con 2 cm di gomma riciclata da 700 kg/mc + cartongesso; un telaio svincolato con gomma antivibrante ed il rivestimento con doppia lastra accoppiata con massa antivibrante in gomma speciale; intercapedine con materiale fonoassorbente ad alta prestazione da 2 cm.
Si interviene sulla parete più vicina all'origine della vibrazione adottando l’esclusiva tecnica Vibraless®. In sostanza, si crea una seconda parete separata e svincolata da quella esistente che viene isolata e riempita con pannelli fonoassorbenti e fonoisolanti ad alta densità; tra questi elementi, uno in particolare ha un eccezionale effetto antivibrante in grado di sottrarre un’enorme quantità di energia alle vibrazioni indebolendole e esaurendole.
Il tutto viene poi ricoperto con lastre di cartongesso e occupa uno spessore di 10 cm.


La legge fisica massa-molla-massa


Per fortuna un'altra legge fisica, chiamata massa-molla-massa, ci viene in aiuto: questa è più complicata e ci dice che una intercapedine di aria si comporterà come una molla, che moltiplicherà la prestazione della successiva controparete svincolata.

Qui le valutazioni sui risultati dell'insonorizzazione sono più complesse, ma il risultato di isolamento acustico delle pareti è molto più elevato.

A questo punto diventa importantissima la progettazione di come insonorizzare una parete; ovvero il giusto dimensionamento della intercapedine = molla e del pannello isolante = massa, dove rapportando correttamente le due cose si sposta l’insonorizzazione verso il tipo di rumore da insonorizzare (per questo motivo bisogna rivolgersi solo a dei professionisti come Sorgedil).

Alcune volte il cliente ci chiede come incrementare al massimo la prestazione dell'insonorizzazione, aggiungendo o modificando i vari strati. Noi consigliamo spesso di incrementare solo lo spessore della camera d’aria, ma la cosa più corretta è quella di estendere la superficie protetta dall'insonorizzazione, questo per ridurre il rientro del rumore dalle altre superfici; un caso assai frequente è la parete di una camera con tetto in legno a vista, dove parte del rumore arriverà dalla parete, ma altrettanto potrà rientrare attraverso la superficie del tetto in legno.




9. Come verificare l'isolamento acustico delle pareti di casa


Il potere fonoisolante apparente di elementi di separazione tra ambienti, R’, è una grandezza che definisce le proprietà isolanti di una parete divisoria. Con il termine “apparente” s’intende “misurato in opera” e quindi R’ considera tutta la potenza sonora immessa nell’ambiente ricevente, comprensiva sia di quella diretta che attraversa la parete di casa che di quella generata dalle trasmissioni laterali, ovvero dalla presenza di murature e solai continui tra gli ambienti in connessione alla parete divisoria stessa.
Il potere fonoisolante, così come quello apparente, varia al variare della frequenza. Il D.P.C.M. 5/12/1997 fissa il limite dell’indice di valutazione R’w, ossia del potere fonoisolante apparente indicato dal pedice w (weight), che è un parametro sintetico ottenuto dai valori alle varie frequenze secondo la procedura normalizzata, in funzione della destinazione d’uso dell’unità immobiliare classificata secondo le categorie precedentemente elencate. Di seguito si riportano i valori minimi secondo categoria così come enunciato nel D.P.C.M. in oggetto.

Solo un’attenta progettazione acustica e un’adeguata realizzazione dell’isolamento acustico della parete potranno garantire il risultato acustico finale.
L’utilizzo di due lastre in cartongesso e/o gessofibra con interposto un elemento isolante fibroso in lana di roccia crea, anche in questo caso, il sistema “massa-molla-massa”.

Tale pacchetto tecnologico consente di ottenere risultati di isolamento acustico delle pareti elevati con masse e spessori ridotti. In riferimento al concetto sopracitato di “massa-molla-massa” e come evidenziato dalle diverse prove di laboratorio eseguite, questo tipo di soluzioni non segue la “legge della massa” caratterizzante le pareti monolitiche in muratura.

Inoltre la realizzazione dell'isolamento acustico delle pareti con tecnologia a secco risulta utile laddove si vogliano aumentare le proprietà d’isolamento acustico di partizioni esistenti dalle scarse proprietà fonoisolanti.

L’esperienza quotidiana di chi vive in appartamenti o case a schiera aventi pareti confinanti in comune con altre unità dimostra come uno dei problemi più lamentati sia il disagio provocato dai rumori attraverso le partizioni verticali.

Il DPCM 5.12.97 prescrive che tutte le partizioni verticali tra ambienti abitabili distinte unità immobiliari debbano essere dimensionate per raggiungere (in opera) un potere fonoisolante apparente di almeno 50 dB. Fanno eccezione solo partizioni di edifici adibiti ospedali, cliniche, case di cura e assimilabili, per i quali vige il limite di 55 dB.

È ormai comunemente condiviso il fatto che il limite 50 dB è tutt’altro che un limite di comfort. Infatti, accade spesso che, a pesanti lamentele circa l’isolamento acustico di partizioni verticali, corrisponda invece il pieno rispetto dei limiti di norma, quando si proceda alla verifica strumentale in opera. Tali esperienze dovrebbero imporre di procedere sempre a rilievi fonometrici prima di esprimere qualsiasi giudizio tecnico in merito grado di isolamento acustico di una partizione. D’altra parte, esiste ormai una casistica consolidata di situazioni nelle quali le lamentele dei fruitori degli immobili sono ben giustificate.

Il problema con i vicini rumorosi è per noi di facile soluzione; occorrerà installare una controparete che aumenterà di molto il livello di isolamento acustico della parete esistente; bisogna però tenere ben presente che rivestendo una sola parete una parte del rumore aggirerà lo strato isolante rientrando dalle superfici adiacenti, perciò dalle due pareti perpendicolari, dal pavimento e dal soffitto; contrariamente a quanto proporrebbero aziende non specializzate in acustica, le nostre soluzioni prevedono anche dei sistemi “antivibranti”, che in funzione degli spessori e del grado di isolamento richiesti, limitano molto questo fenomeno fisico.  

Si poseranno lungo tutto il perimetro della controparete le nostre speciali  striscie antivibranti su cui appoggerà il telaio metallico di sostegno; l’intercapedine creata sarà riempita con un fonoassorbente che abbina alle caratteristiche acustiche la massima stabilità di prestazioni nel tempo ed assoluta sicurezza e non tossicità; rivestimento del telaio con lastre in cartongesso  speciali, accoppiate con masse antivibranti ed applicate con una tecnica da noi sviluppata che limitera le trasmissioni perimetrali; successiva perfetta sigillatura di tutti i giunti;

Le scatolette elettriche spesso sono un punto di perdita notevole, ma noi possiamo modificarne parzialmente la posizione, impedendo che diventino un ponte acustico.

La controparete insonorizzata così ottenuta ha prestazioni molto elevate, sia per impedire che il rumore esterno entri in casa vostra ed ancora di più per impedire che i suoni da voi prodotti ( ad esempio per i musicisti) disturbino i vicini.

Stratigrafia non idonea e l'analisi dell'efficienza dei materiali


Ci riferiamo qui a tipologie costruttive di vasto impiego (passato ma anche sorprendentemente attuale) ovvero a partizioni verticali costituite da pareti monolitiche in laterizio porizzato di spessore 25 o 30 cm oppure da pareti stratificate in doppio tramezzo tradizionale di spessore 8 cm con intercapedine di qualche centimetro d’aria o di polistirene.

Tali elementi divisori sono in gran parte caratterizzati da poteri fonoisolanti apparenti (cioè misurati in opera) dell’ordine di 45-46 dB; si tratta pertanto di pareti non a norma (figura 1).

Riportiamo qui i risultati ottenuti in sette casi, all’uopo selezionati, in cui le pareti divisorie tra distinte unità immobiliari rientravano nella tipologia appena descritta. Sono state scelte partizioni aventi condizioni al contorno simili, di divisione tra camere da letto o zone giorno, di dimensioni 2,70 x 4,00 m circa, interposte tra solai in laterocemento. Per tutte queste situazioni si poteva escludere la presenza di ponti acustici di particolare rilevanza tecnica.

La bonifica acustica è stata progettata partendo dall’esame delle stratigrafie delle partizioni, analizzando l’impianto distributivo delle unità interessate e di quelle confinanti.

Particolare attenzione è stata posta nell’analisi dei risultati delle misure fonometriche condotte in situ sullo stato di fatto delle pareti oggetto di contestazione. Tutte le prove strumentali sono state eseguite da Tecnici Competenti in Acustica secondo le norme tecniche UNI EN ISO 140-4 e UNI EN ISO 140-14. Una volta individuato in maniera univoca il tipo di problematica, si è provveduto a realizzare soluzioni per la bonifica acustica mediante l’applicazione di sistemi a secco, costituiti da contropareti con struttura e lastre in cartongesso ad alta densità accoppiate a membrane polimeriche massive fonoimpedenti e intercapedine riempita a saturazione con fibra di poliestere, adeguatamente progettati secondo la letteratura tecnica e l’esperienza acquisita. La tipologia di controparete utilizzata in ciascun caso ha la medesima stratigrafia ed è costituita da prodotti installati da squadre specializzate.

Alcuni vincoli alla progettazione sono stati posti dalla Committenza e dal buon senso:

• si è potuto intervenire esclusivamente nell’unità del lamentante;
• si è dovuto optare per una tipologia di intervento non invasiva, sufficientemente economica e rapida, trattandosi di unità arredate e abitate;
• si è dovuto limitare lo spessore globale della controparete, dovendo evitare, anche per questioni amministrative, eccessive riduzioni di volumi e superfici degli ambienti trattati.

I risultati ottenuti dopo gli interventi di bonifica evidenziano la rispondenza ai requisiti imposti dalla normativa per quanto riguarda il potere fonoisolante apparente misurato testando le nuove stratigrafie.
Tuttavia è fondamentale considerare non solo la prestazione della parete valutata in indice unico R’ w , ma anche l’andamento in frequenza del potere fonoisolante apparente. Si riportano a titolo esemplificativo i risultati ante e post operam ottenuti in un edificio residenziale di recentissima realizzazione a Montecchio Maggiore.

Materiali fonoassorbenti acustici (soluzioni con massa-molla-massa, soluzioni sandwich)


Le leggi della fisica che governano l’acustica non sono cambiate, anche se l’acustica come scienza si può dire nata agli inizi del 1900 e da allora continuamente approfondita. Parliamo qui delle nuove possibilità e soluzioni che il mercato continuamente ci propone; risolvere i problemi generati dai rumori non è mai stato semplice ne mai lo sarà, per questo motivo avviene che, esattamente come nella medicina, ogni tanto qualcuno proponga il prodotto “miracoloso”, che con un bel nome attirerà l’attenzione di molti che proveranno queste soluzioni “magiche”.

Tutti i materiali fonoassorbenti alla fine qualche cosa fanno, per cui ci sarà una piccola percentuale di persone soddisfatte e che ne parleranno bene, una percentuale di insoddisfatti ma che comunque si terranno il piccolo il risultato ottenuto piuttosto che ributtare in aria l’appartamento; solo pochissimi avranno il coraggio di lamentarsi e chiedere una verifica dei risultati ottenuti.

Per cui sentiremo sempre parlare di pannelli fonoassorbenti o di pannelli fonoisolanti, masse antivibranti, inversione di fase e suono negativo.

Tutte cose vere, che esistono e che se sono realmente efficaci vengono applicate dai professionisti quando servono, magari senza avere un nome bello e brevettato o un marchio altisonante alle spalle; per fare un esempio la classica controparete in cartongesso montata su struttura e con fibra nell’intercapedine, può essere considerata a tutti gli effetti un sistema massa-molla-massa, ed il materassino posto in intercapedine può essere scelto tra quelli sadwich e che si comporterà come masse antivibranti, mentre l’effetto di inversione di fase ( o suono negativo) è sempre presente ad una certa lunghezza d’onda che dipenderà dalla distanza tra parete e controparete.

Vedi le nostre ultime lavorazioni delle contropareti insonorizzate con fibra di poliestere:

Insonorizzazione parete confinante con vicini rumorosi
Come insonorizzare una parete
Isolamento acustico pareti dal rumore dei vicini

Registrazione audio/video misura fonometrica prima e dopo l'insonorizzazione della parete, con generatore di rumore rosa


Qui sotto vi riportiamo un esempio con registrazione audio/video di una misurazione fonometrica eseguita prima e dopo un insonorizzazione di una parete con il generatore di rumore rosa.

Registrazione audio/video di misura fonometrica prima e dopo l'insonorizzazione della parete con la Tecnica Vibraless®


Qui sotto vi riportiamo un esempio con registrazione audio/video di una misurazione fonometrica eseguita prima e dopo un insonorizzazione di una parete confinante con un bagno (Soluzione con la nostra Tecnica Vibraless®) in un caso particolarmente difficile per rumori di scarico wc.

Registrazione audio/video di misura fonometrica prima e dopo l'insonorizzazione della parete con la Tecnica SuonoStop®


Qui sotto vi riportiamo un esempio con registrazione audio/video di una misurazione fonometrica eseguita prima e dopo l'insonorizzazione di una parete confinante per rumori aerei (voce) (Soluzione Tranquillità Superior con la nostra Tecnica in esclusiva SuonoStop®) in un caso particolarmente difficile.

Foto insonorizzazione della parete confinante con vicini rumorosi



10. Gli svantaggi e gli effetti collaterali dell'isolamento acustico fai-da-te


Sono tante le persone che scelgono il fai da te per risparmiare: e sono tante anche quelle che poi chiamano dei professionisti perché il rumore è peggiorato.
Non è uno scherzo: le onde sonore sono invisibili è vero, ma sanno farsi sentire.

È molto frequente che dopo un intervento di insonorizzazione fai da te, oppure improvvisato o realizzato da cartongessisti classici senza esperienza in isolamenti acustici, succeda l’inaspettato: i rumori che si volevano eliminare si sentono addirittura di più!
È facile, per chi non ha esperienza nel settore, andare a creare nuovi ponti acustici anziché annullarli!
Fai un preventivo istantaneo e scopri quanto costa insonorizzare le pareti di casa.



FAQ isolamento acustico e insonorizzazione pareti



1. A lavoro finito dell’isolamento acustico della parete se la situazione del rumore è molto simile allo stato attuale c'è un rimborso?


SI, prevediamo questa eventualità, perché il nostro modo di lavorare punta sempre al migliore risultato ottenibile; altre aziende garantiscono solo il raggiungimento dei limiti di legge, che a ben leggere sono inferiori a quanto otterremmo noi; per questo offriamo ai nostri clienti la Garanzia Rischio Zero soddisfatti o rimborsati; che è inclusa nel prezzo.

2. Per insonorizzare la parete che soluzione proponete?


L'isolamento acustico di una parete da spesso ottimi risultati. Bisogna però considerare la perdita di isolamento acustico lunghe le superfici laterali. L'isolamento acustico dai rumori aerei da noi ottenuto è sempre ottimo, il rumore di tipo meccanico (calpestio) aggirerà in parte il nostro isolamento.

3. Con un minino spessore della parete da insonorizzare riesco ad ottenere buoni risultati o serve un pacchetto più ingombrante?


E’ molto frequente la richiesta di isolamenti acustici con spessori ridotti; premesso che la differenza di spessore tra una parete di minimo ingombro ed un normale pacchetto isolante alla fine sarà di pochi centimetri e che tutte le volte che completiamo un lavoro i clienti ci dicono che “se avessi immaginato che si notava così poco avrei scelto quella più spessa“, possiamo comunque realizzare strutture efficaci e molto isolanti; per fare questo è però necessario uno studio preliminare assai accurato, in quanto con delle misure fonometriche dobbiamo risalire a quelli che sono i punti deboli della struttura e conoscere il tipo di frequenze sonore specifiche del rumore disturbante.

 Questo ci permetterà di utilizzare dei materiali e dei sistemi di posa calibrati esattamente sul problema, consentendoci anche di limitare gli spessori degli isolanti abitualmente utilizzati. A questo punto però ci preme evidenziare che, a parità di soluzione scelta, aumentare lo spessore di isolanti o intercapedine ci garantisce sempre di ottenere un migliore risultato.

4. La Sorgedil lavora per i privati?


Sì, la SORGEDIL realizza interventi di isolamento acustico per le abitazioni private, mettendo a disposizione la propria esperienza per migliorare la qualità della vita riguardante il benessere acustico dei privati cittadini.
L'insonorizzazione è diventata un tema importante, ché è legata alla privacy soprattutto nei momenti di riposo.

Alla luce di una sovente sottovalutazione del isolamento acustico in edilizia da un lato, e del crescente inquinamento acustico nell'ambiente, dall'altro, appare chiaro come un intervento volto a migliorare l'isolamento acustico della propria abitazione debba essere visto come un investimento, volto a migliorare la qualità della propria vita in casa e anche a innalzare il valore del proprio immobile.

5. Posso usufruire della detrazione fiscale del 55% in 5 anni?


No, la detrazione fiscale per i lavori di insonorizzazione nelle abitazioni è del 50% in 10 anni fino a fine anno.

6. Cosa mi garantisce che i vostri interventi di isolamento acustico delle pareti funzionino?


La nostra azienda effettua solo interventi di isolamento acustico. Questo è il nostro lavoro.
Decine e decine di interventi effettuati, ma anche non effettuati, laddove crediamo che il nostro lavoro non avrebbe prodotto i risultati attesi, rappresentano la nostra storia lavorativa. Inoltre, vi possiamo mettere in contatto direttamente con i nostri clienti (ovviamente se questi ultimi sono disponibili!) e saranno loro a dirvi direttamente come abbiamo lavorato e quali risultati in termini di abbattimento acustico abbiamo raggiunto nel loro caso. Questa è la nostra migliore pubblicità su come lavoriamo e sulla soddisfazione dei nostri clienti.

7. L'I.V.A. che si paga per l'isolamento acustico delle pareti è al 10 o al 22%?


Se è per privati l'I.V.A. è al 10%

8. Posso usufruire della detrazione fiscale del 50% per i lavori di insonorizzazione delle pareti?


Si, fino al 31 Dicembre 2020, su tutti i costi sostenuti potrete richiedere il recupero fiscale del 50% in sede di dichiarazione dei redditi se la casa è di proprietà o in affitto con regolare contratto, basta effettuare i pagamenti con bonifico bancario e presentare fattura e copia dei pagamenti effettuati con bonifico bancario.

9. I materiali utilizzati per l’insonorizzazione delle pareti possono essere tossici o pericolosi?


No, anzi tutti i materiali utilizzati nelle nostre lavorazioni sono ecocompatibili ed atossici. Anche in caso di danneggiamento, in seguito ad eventi straordinari, non presentano alcun pericolo per la salute.
I materiali utilizzati dalla SORGEDIL sono ATOSSICI, ecocompatibili ed antifiamma.

10. La lana di vetro è un buon isolante acustico?


SI, la lana di vetro è un buon materiale fonoassorbente.
 
E' spesso usata nell'intercapedine della struttura, soprattutto perché smorza le risonanze che si creano al loro interno, attenua la vibrazione delle pareti e dei controsoffitti a determinate frequenze e quindi contribuisce ad aumentare il loro potere di isolamento acustico.

11. E' possibile eliminare i rumori provenienti dal tubo di scarico del bagno dei vicini?


Normalmente si. Abbiamo risolto con successo una miriade di casi analoghi a questi. Tuttavia, questi rumori possono anche essere particolarmente insidiosi e riverberarsi a livello strutturale in maniera significativa. Ecco perché casi come questi richiedono sempre un'analisi preventiva molto attenta e scrupolosa.

12. Il corretto isolamento acustico può essere eseguito da chiunque?


No... Per ottenere risultati apprezzabili e non sprecare il proprio denaro in palliativi, bisogna fare attenzione ad alcune cose fondamentali.
Teoricamente infatti tutti potrebbero essere in grado di realizzare efficacemente questo genere di opere. Tuttavia è necessario conoscere a fondo i principi che regolano la propagazione sonora, utilizzando i giusti accorgimenti e materiali, in maniera tale da ridurre il passaggio del rumore. Infatti non è sufficiente una semplice applicazione di alcuni materiali. Inoltre alcuni di essi, seppur chiamati isolanti, possono addirittura essere peggiorativi della situazione.

13. Come faccio per insonorizzare una parete dal rumore dello sciacquone del vicino?


Il problema dai tubi di scarico idraulici è assai complesso è andrebbe risolto alla sorgente (andando a insonorizzare tutti i punti di contatto tra tubazioni e murature).
 
Anche facendo una controparete la percentuale di rumore che aggirerà l'insonorizzazione potrebbe essere notevole. L'unica soluzione efficace e estendere molto la superficie insonorizzata, fino ad arrivare in una stanza nella stanza.

14. Posso eliminare il rumore proveniente dalla stanza a fianco del mio vicino?


Si, perché realizzare un valido isolamento acustico della parete è la nostra specialità. Le nostre soluzioni per insonorizzare la parete dal rumore dell'edificio vicino, sono molteplici, tutte testate e verificate dalla nostra esperienza.
 
Utilizzando il sistema delle masse vibranti, ossia un materiale di alta densità interposto tra due strati elastici e fonoassorbenti, otteniamo un grande incremento dell'abbattimento acustico (principio massa-molla-massa).

Queste soluzioni per le pareti acustiche, partono da uno spessore minimo di ingombro di cm 2,5 per realizzare una correzione acustica, per passare a spessori compresi tra i 3,5; 5; 6; 8 e 10,5 cm per realizzare e risolvere la maggior parte dei problemi di disturbo provenienti dalla stanza del vicino di casa, fino ad arrivare a spessori di 13 cm di ingombro per risolvere i casi più difficili di isolamento del rumore da fonti particolarmente attive nelle basse frequenze; tutti i nostri sistemi di isolamento acustico hanno dato risultati eccezionali in termini di fonoimpedenza e di correzione acustica degli ambienti domestici realizzati.

15. Qual'è la differenza tra i Fonoassorbenti e i Fonoisolanti?


Il prodotto Fonoassorbente tende ad attenuare i suoni, non lavora mai da solo in un buon progetto acustico (si abbina spesso ad un fonoisolante), è più leggero e costa meno.

Il Fono Impedente (o fonoisolante) pesa molto di più, può lavorare anche da solo ed è eccellente su alcune frequenze mentre è scarso su altre. Scegliere un fonoisolante significa conoscere la frequenza sonora disturbante.

16. Quanto costa insonorizzare le pareti di casa?


Per quanto riguarda il costo di insonorizzazione delle pareti di casa, il prezzo è sempre influenzato dal tipo di intervento che si decide di realizzare, dal numero delle pareti da insonorizzare ed dalla tipologia di materiali scelti per l’isolamento acustico dei propri spazi. Queste le varianti principali che determinano il prezzo complessivo di un lavoro di insonorizzazione delle pareti di un ambiente.

Considerando le diverse varianti in base alle quali il prezzo può aumentare o diminuire in base all’ampiezza dell’intervento e al materiale utilizzato, possiamo affermare che il costo di insonorizzazione di una stanza si aggira attorno ai 1200 Euro, con una forbice che si articola rispettivamente dai 500 ai 2000 Euro.

17. Quanto costa insonorizzare una stanza per suonare?


Tutte le persone che hanno la passione per la musica e amano suonare uno strumento con i propri amici o con la propria band, sanno bene quanto è importante avere una sala prove nella quale poter suonare senza disturbare gli ambienti circostanti.

L’insonorizzazione di una stanza per suonare è un intervento che deve essere necessariamente svolto da un professionista dotato di notevole esperienza nel settore delle insonorizzazioni acustiche: solo così è possibile avere dei risultati di insonorizzazione soddisfacenti.

In riferimento al costo di insonorizzazione di una sala prove musicale possiamo affermare con la massima cognizione di causa che non tutti gli interventi sono uguali e che il prezzo varia in base alla tecnica adottata e al costo dei materiali necessari per l’isolamento acustico.

Solitamente i pannelli isolanti utilizzati comunemente nelle sale prova musicali hanno un costo che si aggira rispettivamente intorno ai 25 Euro, fino ad arrivare alla somma di 45 Euro, in base alla qualità dei materiali utilizzati.

18. Quanto costa isolare una parete?


Il costo di insonorizzazione di una parete è influenzato dal tipo di materiale che viene utilizzato per l’isolamento acustico e dalla tecnica di insonorizzazione prescelta.

In termini generali possiamo affermare che l’insonorizzazione di una parete al metro quadro ha un costo quantificabile in una cifra che va rispettivamente dai 40 ai 120 Euro.

19. Come isolare una stanza da tutte le altre stanze confinanti?


Per coloro che intendono isolare la propria stanza da tutti gli ambienti circostanti è bene precisare che in queste circostanze è necessario agire con una soluzione di insonorizzazione acustica integrale.

Per insonorizzazione acustica integrale si intende un isolamento acustico da sopra, da sotto e di fianco. Ovviamente per raggiungere elevati standard di insonorizzazione acustica è bene valutare caso per caso e comprendere quali sono le condizioni acustiche dell’ambiente che si vuole insonorizzare e la natura dei potenziali rumori di disturbo.

20. Come eliminare i rumori provenienti da sotto il mio pavimento?


Il modo migliore per porre fine ai fastidiosi rumori provenienti dall’appartamento di sotto è procedere all’insonorizzazione del pavimento dei vostri ambienti.

Un intervento calibrato e studiato in base alle condizioni acustiche dei vostri spazi e alle vostre esigenze specifiche sarà in grado di migliorare notevolmente il vostro comfort abitativo.

Esistono tecniche differenti di insonorizzazione del pavimento, ognuna in grado di rispondere a determinate condizioni ambientali. Affidarsi ad un professionista del settore delle insonorizzazioni significa beneficiare di una consulenza finalizzata ad individuare la soluzione di isolamento acustico più adeguata alle proprie necessità e ai propri ambienti.

21. Come eliminare il rumore proveniente dalla strada?


Nei contesti urbani più caotici, i rumori provenienti dalla strada risultano uno dei principali nemici di molti inquilini. Come eliminare il rumore proveniente dalla strada in modo efficace e definitivo?

Una delle tecniche migliori per insonorizzare i propri ambienti dai rumori provenienti dalla strada prevede l’installazione di finestre antirumore. Questa tipologia di infissi è in grado di fronteggiare e limitare in modo importante la diffusione dei rumori provenienti dalla strada.

Altra possibilità di insonorizzazione è rappresentata da un intervento di bonifica acustica, ovvero un intervento specifico mirato all’eliminazione dei rumori esterni. La bonifica acustica prevede in particolare una serie di interventi ed accorgimenti che riguardano le guarnizioni dei serramenti già esistenti ed altri componenti.

22. Come eliminare il rumore del tubo di scarico dei vicini?


Scarico del water dei vicini troppo rumoroso? Ecco come agire per porre fine a costanti e fastidiosi rumori provenienti dal bagno dei vicini.

Per porre fine a questo sgradevole problema è necessario affidarsi ad uno specialista dell’insonorizzazione, il quale saprà consigliarvi le possibili soluzioni per un intervento mirato, finalizzato a limitare al massimo i rumori generati dallo scarico dei vicini.

23. Come eliminare i rumori provenienti dall’appartamento di sopra?


Schiamazzi, urla, oggetti che vengono trascinati o cadono al suolo, rumori da calpestio e molto altro ancora: queste i principali rumori provenienti dal piano di sopra che attentano al proprio comfort abitativo e sono spesso causa di notti insonni.

Come risolvere questo problema eliminando o riducendo in modo importante i rumori provenienti da sopra? Per porre fine ai rumori provenienti dal piano di sopra è necessario predisporre un sistema di insonorizzazione del proprio soffitto in grado di eliminare o limitare al minimo la diffusione dei rumori esterni nel proprio appartamento.

Per l’insonorizzazione del vostro soffitto è fondamentale affidarsi ad un professionista dotato di grande esperienza, che sappia consigliarvi la soluzione più adatta alle vostre esigenze e necessità e a quelle del vostro portafoglio.

RECENSIONI ISOLAMENTO ACUSTICO PARETI
Isolamento acustico pareti in camera da letto
Professionisti veri !
Ottimo lavoro di consulenza e veloci nel realizzare il lavoro ... dopo due mesi di branda in sala, causa vicini incivili, oggi posso tornare a dormire in camera mia.
Grazie
Andrea
Isolamento acustico parete
Complimenti!
Sorgedil Roma si distingue per la sua professionalità, tempestività e attenzione verso le esigenze del cliente. I tecnici sono sempre chiari e molto competenti dimostrando in ogni occasione la loro professionalità. Ottima esperienza.

Sig.ra Ivana, Roma
Isolamento acustico pareti
Consigliatissimo.
L'unica pecca è stata la definizione della data nella quale eseguire i lavori.
Riconosco però di aver contribuito in parte a questa situazione.
Lavoro perfetto, operai disponibili e non invadenti.
I miei vicini sembrano aver traslocato...
Peccato non poterlo fare subito in tutta la casa!

Sig. Barozzi Emanuele, Milano
Isolamento acustico parete
Lavoro eseguito come da preventivo, operai puntuali lavoro ultimato in giornata.

Simo e Lara, Varese
Isolamento acustico parete confinante
Avevo i vicini seppur educati e non molesti in camera da letto causa pareti simil carta velina !!! intervento eseguito in due giorni direi scelta ed investimento mirato e soddisfacente ora in camera sono solo

A. Robbiati
Insonorizzazione parete
Ottimo lavoro con buoni risultati. Ho verificato l'isolamento della parete chiedendo ad una bimba,dall'altro lato della parete, di strillare più forte che poteva e, come si sa le urla dei bambini sono molto acute. Risultato ottimo.
Sono molto soddisfatta.

Sig.ra Riboldi Rosa
Isolamento acustico parete
E' già la seconda volta che mi rivolgo a sorgedil e per la seconda volta sono pienamente soddisfatto. Il problema dei rumori è stato risolto al 95%, forse ricontatterò di nuovo sorgedil per installare le finestre a doppio o triplo vetro vedrò in seguito. consiglio a chiunque abbia problemi di rumori molesti la ditta sorgedil che ho trovato molto professionale e competente, inoltre c'è da aggiungere che gli operai sono molto veloci e silenziosi.

Sig. Cuomo, Milano
Insonorizzazione parete (rumore voci)
Ho dovuto insonorizzare parete camera da letto causa vicini rumorosi.
Il risultato e' stato soddisfacente.Il personale serio e qualificato.
Consiglio la ditta sorgedil a tutti.

Sig. Sguazzini, Torrion Quartara (NO)
Insonorizzazione parete (rumore voci)
Lavoro eseguito egregiamente da operai molto professionali.

Sig. Martini, Milano
Insonorizzazione parete (vibrazione caldaia rumorosa)
Ci riteniamo soddisfatti del lavoro di insonorizzazione svolto nella parete della nostra Camera. Il lavoro è stato svolto a regola d'arte, pulito e precisi...Sull'efficacia dell'intervento da primo impatto sembra aver alleviato il nostro problema di rumorosità, sapevamo già di partenza che non avrebbe risolto del tutto, ma la differenza è già parecchio evidente.

Sig. Marco Carozza, Settimo Milanese
Insonorizzazione parete
Ottimo lavoro da parte di gente qualificata e professionale. Sono rimasto veramente soddisfatto.

Sig. Costantino Remagni, Milano
Insonorizzazione parete divisoria
Ho contattato la ditta Sorgedil poichè volevo isolare una parete divisoria della mia camera da letto con quella del vicino. Sono stati molto veloci nel ricontattarmi e mi hanno proposto la realizzazione di una controparete con camera d' aria quale migliore soluzione. Nell' arco di poco tempo dalla mia prima chiamata sono venuti a realizzare il lavoro ( operai qualificati, educati e preparati ), ad ora ( trascorse circa due settimane ) posso affermare che l'opera messa in atto ha totalmente risolto il mio problema, pertanto,grazie alla loro professionalità e competenza, mi sento di consigliare caldamente la Sorgedil a chiunque desideri risolvere un problema acustico.

Diego Pansica Milano
Isolamento acustico parete
Veramente molto professionisti! Gli ho contattati grazie ad un mio amico che aveva già insonorizzato casa sua con loro; e posso ritenermi molto soddisfatto! Molto educati e competenti! Il mio problema era che sentivo tutto ciò che facevano i miei vicini (la loro cucina confina con il mio studio). Grazie alla loro soluzione che il titolare mi ha consigliato, poso lavorare tranquillo!

Sig. Marco Romeo, Roma
Pareti divisorie fonoisolanti
Ho fatto fare dalla ditta Sorgedil due pareti divisorie, una per dividere la camera dalla cucina, l'altra per i vari rumori che si sentivano dal vicinato e devo dire che è stato fatto un bel lavoro, con cura e precisione. Grazie tante Marzorati

Sig. Marco Marzorati, Olgiate Comasco (CO)
Isolamento acustico parete confinante
Sono soddisfatta del risultato e della qualità tecnica che ha dimostrato l'azienda. Il mio problema era una parete divisoria tra il mio appartamento e quello dei vicini con uno spessore inferiore alla norma e dei vicini particolarmente "rumorosi".

Ho avuto un decisivo abbattimento del rumore. Sottolineo, comunque, che nel sopralluogo l'azienda fa presente che anche a fronte di rilevamenti acustici oggettivi c'è una soglia di rumorosità accettata che è decisamente soggettiva. Questo approccio mi sembra molto onesto e molto utile per affrontare un problema di rumore.

Anna Besozzi, Legnano
Isolamento acustico parete, "Soluzione Vibraless®"
Buongiorno. Con la presente sono a confermare la soddisfazione del lavoro effettuato; la "parete Vibraless®" ha abbattuto gran parte del rumore derivante dagli scarichi dei w.c. e il sig. Vittorio Sorge, si è mostrato sempre reperibile, ha provveduto a coordinare i lavori ed a risolvere gli imprevisti. Non è da escludere che prossimamente si effettueranno altri lavori di insonorizzazione con la società Sorgedil.
Cordiali saluti.

Andrea Pochetti, Milano
Parete divisoria fonoisolante
Buongiorno, riporto la mia testimonianza come cliente di Sorgedil circa una parete allestita in casa mia per separare un open-space tra atrio-sala-cucina-studio. Lo studio in essere doveva essere insonorizzato e separato per la definizione della camera di mio figlio, e devo dire che i risultati sono più che soddisfacenti riguardo l’abbattimento dei rumori proveniente dai locali attinenti.
Per quanto riguarda le rifiniture in stuccatura sono un po’ meno soddisfatto, e talune presentano dislivelli ed aree non omogenee, tutto sommato in parte rimediabili; si poteva fare di meglio con più sensibilità e soprattutto meno fretta da parte degli addetti …
L’installazione della porta insonorizzata ha comportato qualche problematica in fare di posa, a causa di un calcolo errato sull’apertura della medesima (la parete non poteva essere in altro posto che lì visto che ne abbiamo sfruttato il massimo spazio in altezza…), ma l’installatore ha dimostrato ottime capacità e problem solving, facendo fare una modifica tempestiva nello stesso giorno, e completando in modo ottimale il lavoro. Da 1 a 10 il mio giudizio nel complesso dell’opera è un 7 pieno.
Cordialmente

Buoso Umberto, Nova Milanese - MB
Isolamento acustico parete
Buongiorno, mi chiamo Gabriella, abito in un appartamento in zona Città Studi a Milano. Ho fatto intervenire la Sorgedil per l'insonorizzazione di 2 pareti confinanti con l'appartamento dei miei vicini e ho fatto sostituire il serramento della camera da letto con uno altamente insonorizzato. Sono rimasta soddisfatta degli interventi di Sorgedil e del proprio personale, la situazione è migliorata notevolmente per quanto riguarda l'inquinamento acustico.

Gabriella Enzler, Milano
Insonorizzazione parete
Ho letto le misure fonometriche risultanti dopo l'intervento di insonorizzazione eseguito. Posso ritenermi soddisfatto infatti il passaggio dei rumori, soprattutto relativi alle voci ed alla TV tra i due appartamenti è stato praticamente annullato. Il lavoro è stato eseguito tempestivamente, dopo 3 giorni dall'ordine, ed in modo professionale. Segnalerò ad amici e conoscenti questa esperienza, direi molto positiva, grazie.

Ing. Alberto Albertella, Milano
Parete insonorizzata
Avevamo la necessità di isolare acusticamente una parete di una stanza e ci siamo rivolti a Sorgedil. Dopo un accurato sopralluogo e la presentazione del preventivo di spesa abbiamo deciso di affidare a questa impresa l’incarico. Il lavoro è stato eseguito a regola d’arte: gli operai sono stati puntuali, attenti nella preparazione del lavoro, precisi nell’esecuzione, ordinati al punto che, alla fine, non sembrava neppure di averli avuti in casa.
Siamo molto soddisfatti, consigliamo Sorgedil.

Claudio e Fabrizia Corti - Trezzano sul Naviglio
Parete isolata acusticamente
Parete isolante? Detto fatto, nel pieno rispetto dei canoni di professionalità e di attenzione alle esigenze del cliente, anche dopo il pagamento della fattura.

Renato Stanga, Mazzano (BS)
Pareti divisorie insonorizzate
Volendo isolare il reparto giorno dal reparto notte, per capire quali potessero essere i tipi di isolamento acustico da adottare, la Sorgedil, ha risposto alla mia email, anche telefonicamente e abbiamo fissato l’uscita del loro tecnico per una perizia costruttiva e valutare l’entità delle rumorosità da me dubitate come anomale, per informarmi sui tempi d’intervento e sui costi. Riconosco la professionalità e la cura della ditta Sorgedil nei lavori di insonorizzazione delle suddette pareti bagno e camera da letto eseguiti nella mia abitazione sita in Vigano San Martino (BG).
Nell’occasione porgo distinti saluti.

Sig. Belotti, Vigano San Martino (BG)
Isolamento acustico parete
Ho 27 anni, abito a Milano in pieno centro in un appartamento al 6 piano di un edificio degli anni 50.
Abito qui da un anno, e ho sempre avuto l'enorme problema di sentire lo scarico dei vicini (del piano sopra e sotto) molto forte in tutta casa ma in particolar modo in camera da letto. Ho deciso, finalmente, di rivolgermi a degli esperti che potessero risolvermi il mio problema. Sorgedil è stata la soluzione. Mi hanno seguito passo passo nella scelta dell'opera migliore per il mio caso. In mezza giornata di lavoro (sono stati silenziosissimi e per niente invasivi), hanno costruito la loro parete insonorizzata e ora la situazione è ottimale. Non ci sono più quei rumori fastidiosi degli scarichi dei vicini e posso dormire sereno, di notte e di giorno.

Federico Malaspina, Milano
Isolamento acustico pareti
Ho contattato la ditta Sorgedil poichè volevo isolare una parete divisoria della mia camera da letto con quella del vicino. Sono stati molto veloci nel ricontattarmi e mi hanno proposto la realizzazione di una controparete con camera d' aria quale migliore soluzione. Nell' arco di poco tempo dalla mia prima chiamata sono venuti a realizzare il lavoro ( operai qualificati, educati e preparati ), ad ora ( trascorse circa due settimane ) posso affermare che l'opera messa in atto ha totalmente risolto il mio problema, pertanto,grazie alla loro professionalità e competenza, mi sento di consigliare caldamente la Sorgedil a chiunque desideri risolvere un problema acustico.
Camillo Bellinato, Garbagnate Milanese (MI)
Insonorizzazione parete
Ho fatto isolare acusticamente una grande parete da SORGEDIL e ho riscontrato un'accuratezza e professionalità elevate sia in fase di sopralluogo che in fase di messa in opera. Non posso che consigliare SORGEDIL a tutti coloro che necessitano una insonorizzazione di ottima qualità ad un prezzo ragionevole.

Marcello Fantetti, Milano
Parete insonorizzata
Mi sono rivolta alla ditta Sorgedil dopo aver scartato soluzioni che mi erano state proposte ma che non garantivano un risultato efficace di riduzione del rumore e mi sono quindi convinta che questo tipo di lavoro dovesse essere eseguito da una ditta specializzata. Ho trovato il loro indirizzo in Internet, mi è piaciuto il sito molto dettagliato e ricco di informazioni utili. Dopo averli contattati, ho ricevuto una risposta sollecita e ho apprezzato l’attenzione al dettaglio nella richiesta di informazioni per l’esecuzione al meglio del lavoro. La soluzione installata nel mio appartamento è la SOLUZIONE TRANQUILLITA' SUPERIOR su due pareti confinanti con l’appartamento vicino. Il lavoro è stato svolto con puntualità, professionalità e velocemente. Non abito ancora nell’appartamento in cui è stato eseguito l’intervento di insonorizzazione, ma ho già effettuato una prova (con rumori di voci e TV a volume alto provenienti dall'appartamento confinante) che ha avuto buon esito, per cui mi sento di raccomandare Sorgedil sin da ora.

Danila Lo Gatto - Genova
Pareti insonorizzate
L'intervento della ditta Sorgedil è stato veramente professionale e per la nostra esperienza sino a ora efficace; i rumori sono notevolmente ridotti se non eliminati, nonostante il particolarmente scarso spessore delle pareti che ne era causa; l'intervento è stato veramente rapido, in una sola giornata di lavoro tutto era completo, e i dipendenti molto professionali e discreti, con molta attenzione a non rovinare gli accessori della casa; è anche stato molto disponibile la ditta a metterci a disposizione il personale per l'intervento in brevissimo tempo dalla nostra richiesta. Il lavoro è venuto davvero bene e non si nota praticamente la differenza tra parete prima e dopo l'intervento, una volta tinteggiato, nè è stata causa di alcun particolare ingombro o minor spazio; gli operari hanno anche riposizionato luci, plafoniere e interruttori. Ribadiamo massima professionalità da parte della ditta. I nostri complimenti.

Montagna Federico, Pavia
Insonorizzazione parete confinante con vicini rumoroso
A seguito delle continue lamentele dei vicini, infastiditi dal suono del mio pianoforte, mi sono trovata costretta a valutare l'idea dell'insonorizzazione della parete che separa il mio appartamento da quello adiacente. Sorgedil ha programmato i lavori in tempi rapidissimi e la mia parete è stata insonorizzata in una sola giornata. Il tecnico ha eseguito le misurazioni prima e dopo i lavori rilasciandoci i grafici dei valori registrati. A lavori finiti e dopo l'imbiancatura la parete non risulta esteticamente modificata rispetto a prima. Considerando il fatto che è stata insonorizzata una sola parete, il risultato è stato ottimale e i vicini contenti. Grazie a Sorgedil ho risolto il mio problema in tempo record.

Silvana Bruschi, Busto Arsizio (VA)
Insonorizzazione pareti confinanti
Colgo l'occasione per dirle che il vociare e la televione dei vicini sono spariti e la musica ad alto volume è diventata assolutamente sostenibile,un suono molto ovattato che si confonde con gli altri. Sono contenta del risultato ottenuto.
Cordiali saluti

Moretti Katja, Valsamoggia (BO)
Isolamento acustico pareti
Insonorizzazione pareti camera da letto. Sono soddisfatta del lavoro svolto. La ditta si è rivelata professionale e affidabile. ll problema dei rumori provenienti dall'appartamento confinante è stato risolto. Grazie.

Valeria Preger, Bologna
Insonorizzazione pareti
Ho chiamato la Sorgedil per isolare una parete confinante con altro appartamento. Mi sono trovato molto bene, adesso i rumori dei vicini sono praticamente assenti. Ottimo lavoro svolto con serietà e professionalità.

Dario Virgilio, Roncoferraro (MN)
Isolamento acustico pareti
Buongiorno, volevo testimoniare la “ben riuscita” del lavoro di insonorizzazione eseguita da SORGEDIL nel mio appartamento sito in Milano. La camera dei bambini confina con quella del vicino, peccato che la stanza del vicino non è la camera da letto ma la sala-cucina, quindi avevo problemi di rumore aereo: voci e televisione. L’effetto che volevo eliminare era quello di avere in camera una televisione accesa a basso volume (quella del vicino, appunto). Il signor Vittorio mi suggerì l’intervento “soluzione tranquillità superior” per un totale di 9,5cm, ma io scelsi la “soluzione tranquillità 5+” per un totale di 9,0cm avendo un piccolo problema di spazio. Nonstante abbiamo sfruttatto fino all’ultimo millimetro libero per fare la controparete, la soluzione finale è esattamente quella che cercavo io! Ora se ti concentri al massimo puoi sentire la televisione del vicino, ma è come se arrivasse dal 7° piano (io abito al 2°). Confesso che mi scoccia un po’ aver perso un bella striscia di 9cm di spazio, ma la tranquillità guadagnata soccombe questa piccola punta negativa.

Fornasiero Ilaria, Milano
VIDEO RECENSIONI ISOLAMENTO ACUSTICO PARETI
RECENSIONI ISOLAMENTO ACUSTICO PARETI TRUSTPILOT
RECENSIONI ISOLAMENTO ACUSTICO PARETI GOOGLE



TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE

Perché scegliere Sorgedil per l'isolamento acustico delle pareti di casa?


Il Benessere Acustico è bestseller su Amazon. Vittorio Sorge, titolare di Sorgedil, azienda specializzata in soluzioni per l'isolamento acustico, ha scritto questo libro per spiegare in modo semplice come si risolvono i problemi del rumore.

Progetto Insonorizzazione Parete
Precisione e dettagli: tutti gli elementi hanno importanza in un progetto di isolamento acustico e ognuno di essi può fare la differenza.

Isolamento Acustico Casa
Lavoriamo trattando ed insonorizzando ogni dettaglio: i caloriferi, gli impianti di condizionamento, i cassonetti degli avvolgibili e le finestre quando occorre. Schermiamo acusticamente anche le scatolette elettriche e gli interruttori e consigliamo sempre lasciare solo quelli indispensabili, con l'obiettivo di non creare troppi ponti acustici che tendono a peggiorare il risultato complessivo.

Centinaia di recensioni confermano il nostro impegno e la nostra professionalità. Guardale su Trustpilot, su Google, sulla nostra pagina Facebook, su Yelp, sul nostro sito e anche su forum specializzati come Edilclima e Ingegneri.info.

Specialisti Insonorizzazione Parete
Competenza e consulenza: siamo intervenuti su migliaia di problemi di rumore. Negli anni abbiamo sperimentato e collaudato e corretto l'efficacia delle nostre soluzioni in tutti gli ambiti, sia civili sia industriali.

Progettazione Soluzioni Isolamento Acustico
Studiamo e progettiamo la soluzione di isolamento acustico sulla base delle caratteristiche della tua casa, ma anche in base alle frequenze, al timbro e all'intensità dei rumori che vuoi eliminare.

Garanzia Insonorizzazione Parete
Garanzia rischio zero: lavoriamo con cura e garantiamo il risultato dell'isolamento acustico delle pareti di casa. Questo significa che se il lavoro che faremo non darà i risultati previsti, te lo rimborsiamo interamente.

Materiali Insonorizzazione Parete
Affidabilità: lavoriamo con materiali scientificamente avanzati, innovativi e completamente atossici. Per i nostri isolamenti acustici delle pareti di casa, scegliamo solo strumenti e prodotti realizzati da società di elevato standing e reputazione, sottoposte a controlli e test in tutto il mondo.

Detrazione Fiscale Insonorizzazione
I nostri lavori di insonorizzazione delle pareti rientrano nell’ambito degli interventi con finalità di recupero del patrimonio edilizio e, per questo, sono ammessi - fino al 31/12/2020 - alla detrazione fiscale del 50%. Per usufruirne basta presentare, in dichiarazione dei redditi e all’Agenzia delle Entrate, la nostra fattura e la copia dei pagamenti per bonifico.

Pagamenti Dilazionati Insonorizzazione
Non lasciarti scoraggiare dalla spesa: insonorizzare le pareti di casa è un investimento in salute ed è un modo – anche - per accrescere il valore della tua casa. Sorgedil ha accordo esclusivo con Cofidis e offre ai clienti privati la possibilità di dilazionare i pagamenti dovuti pagandoli in 12 rate mensili senza alcun interesse, costo o spesa aggiuntiva. Il tutto senza valutazione creditizia: occorre consegnare solo carta d’identità, codice fiscale e bancomat.
Tags: isolamento acustico pareti, isolamento acustico pareti cartongesso, isolamento acustico pareti interne, isolamento acustico parete per non sentire rumori, isolamento acustico pareti appartamenti, isolamento acustico parete interna, isolamento acustico contropareti, parete isolata acusticamente, isolamento acustico parete dai rumori, isolamento acustico parete confinante, isolamento acustico pareti divisorie appartamenti, insonorizzare parete cartongesso, isolare acusticamente una parete divisoria, come insonorizzare una parete, insonorizzare una parete, insonorizzare una parete funziona, insonorizzare parete, insonorizzare una parete, insonorizzare muro, parete insonorizzata, materiale per insonorizzare pareti, insonorizzare parete confinante, insonorizzare parete dai vicini, insonorizzare parete dai rumori dei vicini, insonorizzazione parete, insonorizzazione parete di casa, insonorizzazione parete confinante, insonorizzazione parete vicino rumoroso, insonorizzazione parete rumore vicino, insonorizzazione parete appartamento, insonorizzazione parete stanza, insonorizzazione parete cartongesso, insonorizzazione parete per non sentire rumori, isolamento acustico pareti divisorie appartamenti, isolamento acustico pareti bagno
Perchè aspettare? Chiama ora!
Numero Verde Gratuito Attivo 24 ore su 24 - 7 giorni su 7
Oppure, compila subito il modulo sottostante









CENTRI OPERATIVI


PIEMONTE: Alessandria, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano, Cusio, Ossola, Vercelli

LOMBARDIA: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Brianza, Pavia, Sondrio, Varese

EMILIA ROMAGNA: Bologna, Ferrara, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia

VENETO: Verona, Vicenza

LIGURIA: Genova, Savona

LAZIO: Roma e Provincia

SICILIA: Ragusa e Provincia

SARDEGNA: Tutta l'Isola

Torna ai contenuti