Chiama Gratuitamente Sorgedil

Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
800.92.60.16
info@sorgedil.it
Vai ai contenuti

Oppure Richiedi Gratuitamente:
Compila per essere contattato:

Bar, Locali E Ristoranti: Obblighi, Regole e Norme Sul Rumore

Isolamento Acustico ed Insonorizzazione Sorgedil

BAR, LOCALI E RISTORANTI: OBBLIGHI, REGOLE E NORME SUL RUMORE


Acustica in regola per bar, locali e ristoranti


Gli esercizi pubblici (bar, pub e locali) e le strutture di somministrazione (ristoranti, pizzerie, ecc..) sono, da alcuni anni, considerate sempre di più come fonti di rumore potenzialmente inquinante.
 
Non sorprende, quindi, che siano molte le regole e le restrizioni dettate per questo tipo di attività.

Adempimenti in fase di apertura


La legge quadro sull’inquinamento acustico, la n. 447/95 (art. 8, comma 2) dispone che i titolari di esercizi pubblici, discoteche e circoli privati ricreativi presentino, su richiesta del comune, una documentazione previsionale di impatto acustico.
 
Solitamente questa relazione va consegnata nel momento in cui si presenta una DIA (o SCIA) ma, spesso, viene richiesta dal comune anche ai titolari che subentrano un un'attività già avviata.

Semplificazioni del DPR 227/2011


Al fine di semplificare, un pochino, la vita dei titolari, il DPR in oggetto ha stabilito alcune deroghe e alternative alla consegna del documento sull’impatto acustico.
 
In primis elenca una serie di attività considerate a bassa rumorosità, esonerate dall'obbligo di fare e consegnare la relazione.
 
Poi, definisce un altro ambito di semplificazione interessante: prevede, infatti, che se si ritiene che la propria attività non superi i limiti di emissione di rumore previsti dalla legge, si può evitare di presentare la relazione e limitarsi a consegnare un’autocertificazione - con tutti i rischi del caso.

Ulteriori semplificazioni per la regione Lombardia


La Lombardia, prima tra tutte le altre regioni, ha definito altri ambiti di semplificazione (es. Legge Regionale n. 13/2001, DGR X/1217 del 2014) per i bar, i circoli privati e gli esercizi pubblici: in particolare ha esteso la possibilità di consegnare un'autocertificazione invece che una relazione firmata da un tecnico al verificarsi di alcune condizioni.

Limiti da rispettare nell'attività


La legislazione nazionale in tema di limiti di rumore prevede come massima intensità di rumore quella dei 70 dB(A) nelle zone commerciali o caratterizzate da traffico intenso e i 50 dB(A) nelle zone protette.

È vero anche che questi limiti cambiano a seconda degli specifici Regolamenti comunali e, quindi, meglio verificare quelli vigenti nel proprio comune.
 
Normalmente, infine, i limiti scendono nell'orario notturno.

Limiti differenziali


Sempre a seconda del regolamento comunale, potrebbero essere applicate anche ulteriori restrizioni dette limiti differenziali.

Si intende che, indipendentemente dal livello di rumore generato, che potrebbe essere, per esempio, anche inferiore ai 70 dB(A), è vietato impattare sul rumore di fondo della zona - ovvero il livello residuo di rumore, a locale chiuso per intenderci - incrementandolo di più di 5 dB(A) di giorno e di 3dB(A) di notte.

Sanzioni e conseguenze delle violazioni


Una violazione dell'obbligo di consegna della documentazione di impatto acustico espone il vostro esercizio al rischio di revoca della licenza, di limitazioni dell'attività e anche di sanzioni pecuniarie.
 
Delle presunte violazioni dei limiti acustici, invece, si occupa l'ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale), di solito, su richiesta dei comuni che ricevono esposti e lamentele da parte dei cittadini.

Come essere in regola?


Ai titolari di bar, locali e ristoranti consigliamo sempre di fare una valutazione di impatto prima di tutto per se stessi, per rendersi conto personalmente dell'intensità di rumore generata dal proprio locale.
 
Questo consente di fare scelte sensate fin da subito, come prevedere misure o strumenti di isolamento acustico prima che siano le autorità pubbliche ad imporle.


Preventivo Obbligo Bar Acustica

Tags: obblighi acustici, valutazione acustica, relazione acustica, certificazione acustica bar, documentazione previsionale di impatto acustico



Voto: 5.0/5
Torna ai contenuti