Chiama Gratuitamente Sorgedil

Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
800.92.60.16
info@sorgedil.it
Vai ai contenuti
Oppure Richiedi Gratuitamente:
Compila per essere contattato:

Insonorizzazione del soffitto per rumori dal piano di sopra

Isolamento Acustico ed Insonorizzazione Sorgedil

INSONORIZZAZIONE DEL SOFFITTO PER RUMORI DAL PIANO DI SOPRA


Isolamento Acustico Soffitto

Insonorizzare il soffitto è la soluzione per non sentire più i rumori provenienti dal piano di sopra.

Fare un isolamento acustico, però, non è un lavoro sempre uguale: ogni volta deve essere diverso perché deve cambiare in base alle caratteristiche dei rumori da fermare.
 

Insonorizzare il soffitto è come preparare una torta

  
Esistono migliaia di torte e ognuna ha una sua combinazione unica di ingredienti e di tecniche di preparazione. Per scegliere che torta fare bisogna tenere presente a chi sarà consegnata e in che occasione.
  
Per l’isolamento acustico del soffitto vale lo stesso principio: si possono assemblare e combinare tanti tipi di pannelli fonoisolanti, fonoassorbenti e antivibranti. Ogni materiale ha una sua specifica densità e un suo coefficiente di isolamento acustico; a seconda dei casi è utile installare prima i pannelli fonoassorbenti e poi quelli fonoisolanti, oppure il contrario. Per scegliere il mix adatto bisogna conoscere il rumore da cui proteggere la casa.
 
Scopri le nostre soluzioni per l’isolamento acustico del soffitto.
  
Quali sono i rumori che danno più fastidio? Sono anche i più intensi? Che caratteristiche hanno e come è meglio isolarli?
  

Le misure fonometriche sono la prima cosa da fare

  
I rumori, infatti, sono tutti diversi come lo sono gli appartamenti dove vengono avvertiti e le persone che li generano.

È fondamentale capire se i suoni che disturbano derivano da rumori che si propagano nell’aria o da urti, calpestio o cadute. Sono suoni ad alta frequenza o a bassa frequenza? Nello spettro, ci sono anche rumori con componenti tonali, ovvero i rumori più penetranti e fastidiosi in assoluto?
  
E come per la torta, bisogna capire se a tutti piace la frutta, se ci sono allergie o se è più adatto un dolce al gelato perché è una giornata caldissima.
 
Fare delle rilevazioni fonometriche è l’unico modo per capire questi aspetti e agire consapevolmente senza sbagliare.
  
Quando, in occasione del sopralluogo, non si fanno misure acustiche è impossibile sapere cosa fare e come. Chi non studia le caratteristiche dei rumori non ha idea di come procedere, sta improvvisando e sono due le possibili conseguenze: può indovinare il tipo di insonorizzazione del soffitto oppure sbagliare completamente, farti buttare tempo e soldi e non risolvere nulla.
  
Ecco quali tipi di rumori possono arrivare dal soffitto del piano di sopra.
 

1. Dal soffitto arrivano suoni, voci e rumori di elettrodomestici

 
Dal piano di sopra possono arrivare i cosiddetti rumori “aerei”, ovvero rumori che si propagano nell’aria ma non hanno nulla a che vedere con gli aerei!
 
Sono rumori di questo tipo: la televisione a volume troppo alto, le voci, le urla dei bambini, le liti dei vicini o i loro momenti di intimità, lo stereo, la radio e la musica suonata, il canto, il rumore del phon, dell’aspirapolvere, della lavastoviglie, il suono dei fischietti, dei giocattoli, della playstation, del telefono e del campanello.
  
Questo tipo di rumori possono essere facilmente isolati acusticamente sfruttando due elementi: la camera d’aria e una combinazione di materiale fonoisolante e fonoassorbente.
 

2. Rumori da calpestio e vibrazioni dal soffitto

 
Fanno parte dell’altra categoria di rumori, i rumori da “calpestio”, quelli che sono provocati e connessi ad un urto o vibrazione.
  
Sono rumori “da calpestio”: i passi, i tacchi, i salti dei bambini, la caduta di oggetti come posate, giocattoli, telecomandi, lo spostamento di mobili, sedie e divani, ma non solo. Anche il rumore della lavatrice crea delle vibrazioni, come anche gli scarichi idraulici, lo sciacquone, la musica suonata con la batteria o con il pianoforte e poi anche l’ascensore, l’autoclave, la caldaia, la stufa a pellet.
  
Questi rumori si trasmettono molto velocemente sfruttando gli elementi solidi di cui sono composte le case e si propagano sotto forma di vibrazione e trasportano un’intensa forza meccanica.
 
Per l’isolamento acustico di questi rumori non basta utilizzare la tecnica adatta ai rumori “aerei”, bisogna fare di più. La forza meccanica correlata con queste onde sonore, infatti, cerca continuamente nuove strade per conservarsi e propagarsi e il rischio è che bypassi lo schermo creato e si diffonda lungo le pareti laterali.

Per insonorizzare un soffitto da questi rumori c’è bisogno di svincolare perfettamente le superfici e scegliere materiali antivibranti che sottraggano forza meccanica alle vibrazioni.

Come smascherare chi non sa niente di acustica?

  
Detto questo, è chiaro che per insonorizzare un soffitto in modo efficace e risolutivo bisogna conoscere la fonte dei rumori, le loro caratteristiche e le loro modalità di propagazione per definire e progettare la soluzione più adatta.
  
Le rilevazioni fonometriche o acustiche sono l’unico strumento per comprendere questi aspetti e scegliere, come per la torta, il mix più adatto di materiali e tecniche.
 
Chi non fa queste misurazioni non è un professionista e vende soluzioni preconfezionate che si spera funzionino, a spese del cliente però.
  
Per consigli o domande, scrivici o compila il form.
  

I 3 segreti per una corretta ed efficace insonorizzazione del soffitto

 
Quando si valuta un preventivo per un’insonorizzazione del soffitto, sono 3 gli elementi a cui fare caso:

  1. Sono evitati i ponti acustici?
  2. Che materiali si prevede di utilizzare e perché?
  3. Si lascia camera d’aria adeguata?
  
I manufatti Sorgedil sono fatti a regola d’arte, su misura e assicurano un risultato. I nostri preventivi spiegano esattamente cosa programmiamo di fare e permettono ai clienti di comprendere la natura dell’intervento e le modalità che usiamo per schermare i rumori.

Fai un preventivo istantaneo e scopri subito e senza impegno i nostri prezzi di un isolamento acustico del soffitto.
  

1. Evitare i ponti acustici con un controsoffitto autoportante

  
Dunque, la prima cosa da dire è che applicare dei pannelli fonoassorbenti e fonoisolanti direttamente al soffitto esistente è, in assoluto, la strada più sbagliata. Così l’isolamento acustico non funziona.

Un controsoffitto, per trattenere davvero i rumori e le vibrazioni, non deve avere nessun punto di contatto con la soletta esistente. Servirà, quindi, creare una struttura metallica autoportante da isolare acusticamente aggiungendo strati di materiali adatti ai tipi di rumore individuati.
  

2. Materiali fonoassorbenti, fonoisolanti e con proprietà antivibranti

  
La scelta dei materiali con cui riempire la controsoffittatura dipende, come abbiamo detto, dalla tipologia di suoni e rumori da schermare.

I pannelli fonoassorbenti permettono di ridurre in modo deciso il riverbero dei suoni trattenendo una parte di intensità dell’onda sonora.

I pannelli fonoisolanti creano uno schermo che trattiene gran parte dell’energia sonora dei rumori e, seconda delle loro caratteristiche e della loro intensità, riesce a silenziarli completamente o a ridurli in modo considerevole.

Infine, i materiali e i pannelli antivibranti sono l’ideale per trattenere la parte meccanica delle onde sonore. Contengono, infatti, migliaia di altri piccoli elementi che vibrano quando vengono raggiunti da una vibrazione assorbendone, così, l’energia e diminuendone la portata.
  

3. La camera d’aria amplifica l’efficacia dell’insonorizzazione del soffitto

  
Per un’efficace insonorizzazione della soletta è necessario lasciare che tra il soffitto esistente e il manufatto resti uno spazio vuoto: è dimostrato, questo spazio di aria permette una maggiore dispersione dei suoni. E più è ampio questo spazio, detto camera d’aria, più i suoni tenderanno a disperdersi prima di attraversare il nuovo soffitto.
  
Se stai valutando qualcun altro oltre a Sorgedil, chiedi sempre dettagli sull’intervento e accertati della sua effettiva competenza in acustica.
  

Quanto costa insonorizzare il soffitto, costo al mq?

  
Se vuoi conoscere qual è il prezzo mq per insonorizzare il soffitto, ti basterà cliccare qui e richiedere un preventivo istantaneo: dopo aver compilato alcuni campi, riceverai un preventivo preciso e gratuito sulla tua mail.


Preventivo Isolamento Acustico



Tags: insonorizzare un soffitto, insonorizzare il soffitto, insonorizzazione del soffitto, insonorizzazione della soletta, Quanto costa insonorizzare il soffitto, prezzi di un isolamento acustico del soffitto, isolamento acustico del soffitto, isolamento acustico rumori aerei, isolamento acustico rumori da calpestio, insonorizzare vibrazioni dal soffitto


VOCI CORRELATE

CENTRI OPERATIVI

PIEMONTE: Alessandria, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano, Cusio, Ossola, Vercelli
LOMBARDIA: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Brianza, Pavia, Sondrio, Varese
EMILIA ROMAGNA: Bologna, Ferrara, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia
VENETO: Verona, Vicenza
LIGURIA: Genova, Savona
LAZIO: Roma e Provincia
SICILIA: Ragusa e Provincia
SARDEGNA: Tutta l'Isola




Voto: 4.0/5
Torna ai contenuti